CONI

Federazione Ginnastica d'Italia - News

  • Milwaukee - Giorgia Villa negli States per aprire l'All Around World Cup Series 2020. Sabato 7 marzo in diretta sul canale YouTube della FGI

    Dopo il viaggio in Australia, con Vanessa Ferrari e Lara Mori impegnate nella World Cup di specialità, la Sezione di Artistica femminile volta lo sguardo dall’altra parte del Globo, puntando gli Stati Uniti d’America, dove dal 4 all’8 marzo andrà in scena la prima tappa della World Cup All Around Series. Sarà Milwaukee ad ospitare la manifestazione, che, a differenza di quella per attrezzo, vedrà in gara le migliori generaliste. Alla fine del mini torneo articolato su quattro giornate – dopo quella in Wisconsin seguiranno Stoccarda (21-22 marzo), Birmingham (28 marzo) e Tokyo (4-5 aprile) – le prime tre nazioni della classifica speciale staccheranno tre pass per i Giochi Olimpici. Si tratta di ammissioni Paese, non nominative e per questa ragione molti ruoteranno, sulle quattro sedi, le migliori atlete a disposizione, utilizzando anche quelle già qualificate in squadra ai Mondiali del 2019. Tanto per essere chiari è già annunciata la presenza di Simone Biles nella gara in Giappone, nel primo week end di aprile. Con lo stesso criterio il DTN Enrico Casella ha scelto la brixiana Giorgia Villa per l’esordio azzurro in America. I due partiranno mercoledì prossimo da Malpensa, insieme al giudice Maria Cocuzza, che svolgerà anche le funzioni di Capo Delegazione, e al fisioterapista Vincenzo Lancini. Sulle pedane del Fiserv Forum rivedremo dunque in azione la stella di Ponte San Pietro, chiamata ad iniziare, da sorteggio, sulla rincorsa dei 25 metri del volteggio stelle e strisce. Per quanto riguarda l’emergenza Covid-19 gli Stati Uniti hanno inserito l’Italia nella cosiddetta «fascia due» (su quattro) della loro allerta sanitaria. Dunque, si può viaggiare ma bisogna osservare precauzioni. Trump ha parlato di possibili restrizioni ai voli con l’Italia, ma al momento non sono state attuate. Semaforo verde quindi e speriamo che si torni presto a parlare di sport. L’Artistica femminile italiana, in attesa dell’epilogo della sfida tra Mori e Ferrari tra le tappe di Baku (14-15 marzo) e Doha (20-21 marzo), è in corsa per conquistare tutti e sei i posti disponibili per Tokyo 2020. Quattro sono già sicuri grazie al piazzamento della squadra nella rassegna iridata di Stoccarda dello scorso ottobre, un pass dovrebbe arrivare quasi sicuramente al corpo libero, l’ultimo invece, il più difficile, è in palio nel torneo sul giro completo, con una concorrenza micidiale. Lo stesso vale per la maschile. La FGI, che potrà contare questa estate su Marco Lodadio e Ludovico Edalli, ha scelto di non partecipare alla Coppa All Around, lasciandosi una piccola chance nell’Europeo di Baku (27-31 maggio). A Milwaukee vedremo però in azione quasi il gotha della ginnastica planetaria, a cominciare dal campione del Mondo Nikita Nagornyy e dal bronzo Oleg Verniaiev, con il padrone di casa Sam Mikulak pronto ad approfittare del turno casalingo. La competizione, divisa in due sessioni, sarà trasmessa in diretta e in esclusiva sul canale YouTube della FGI a partire dalle 18.15 di sabato prossimo.

  • Emergenza Covid-19 (Coronavirus) - Il Giappone, per disposizioni governative, rinuncia al Trofeo Città di Desio

    A seguito dell’emergenza del Covid-19 (Coronavirus), il governo giapponese ha ufficialmente annunciato che, per le proprie delegazioni in partenza per gare internazionali, le partecipazioni a tutti gli eventi sportivi devono essere cancellate o posposte. Di conseguenza il trofeo Città di Desio, in programma al PalaBanco il 7 marzo, viene momentaneamente sospeso. 

  • Eventi e competizioni in fase di emergenza epidemiologica da COVID-2019 (Coronavirus)

    Con la presente si comunica che In attuazione dell’articolo 3, comma 1, del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, sono state adottate, tramite il testo del nuovo decreto attuativo (DPCM del 25.02.2020), le seguenti ulteriori misure di contenimento che interessano il settore sportivo:

    Art. 1, lett. a)

    “in tutti i comuni delle Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Veneto, Liguria e Piemonte sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati. Resta consentito lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento, all'interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, nei comuni diversi da quelli di cui all'allegato 1 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 23 febbraio 2020, richiamato in premessa;”

    Allegato 1

    Comuni interessati dalle misure urgenti di contenimento del contagio.

    Nella Regione Lombardia:

    1. a) Bertonico;
    2. b) Casalpusterlengo;
    3. c) Castelgerundo;
    4. d) Castiglione D’Adda;
    5. e) Codogno;
    6. f) Fombio;
    7. g) Maleo;
    8. h) San Fiorano;
    9. i) Somaglia;
    10. j) Terranova dei Passerini.

    Nella Regione Veneto:

    1. a) 

    Art. 3 (Disposizioni Finali)

    “Sono confermate e restano in vigore, con l’integrazione di cui all’articolo 1 lettera a), le disposizioni contenute nelle ordinanze adottate dal Ministro della salute d’intesa con i Presidenti delle Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Veneto il 23 febbraio 2020 nonché l’ordinanza adottata dal Ministro della salute d’intesa con il Presidente della Regione Liguria il 24 febbraio 2020. 2. Le disposizioni del presente decreto producono il  loro  effetto dalla  data  odierna  e  sono  efficaci,  salve  diverse   previsioni contenute nelle singole misure, fino al 1° marzo 2020 compreso. Fatto salvo  quanto  previsto  all'art.  2,  comma  2,  restano  ferme   le previsioni del decreto del Presidente del Consiglio dei  ministri  23febbraio 2020”.

    Nelle restanti Regioni italiane, ad oggi, tranne la regione Marche (ordinanza n. 1 del 25.02.2020 in vigore fino al 04.03.2020) si possono svolgere le competizioni e le normali attività di allenamento, senza restrizioni.

    Si invitano i Presidenti e Delegati Regionali di tutte le regioni Italiane a prendere visione dell’aggiornamento, continuo, delle Ordinanze regionali e nazionali, sul sito web istituzionale della Protezione Civile al seguente link:  http://www.protezionecivile.gov.it/attivita-rischi/rischio-sanitario/emergenze/coronavirus, o sul sito web della Conferenza delle Regioni e delle Provincie Autonome, al seguente link: http://www.regioni.it/dalleregioni/

    Si invita, altresì, a consultare, frequentemente, il nuovo sito web del Ministero della Salute, creato ad hoc per l’emergenza coronavirus, al seguente link: http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/homeNuovoCoronavirus.jsp e ad attuare il vademecum di norme igienico-sanitariein allegato alla presente, elaborato dalla FMSI, da osservarsi in gara e in allenamento sia negli spogliatoi, sia nei locali comuni e nei servizi igienici degli impianti, atte a evitare la diffusione di ogni tipo contagio.

  • Pesaro - La World Cup di Ritmica torna in diretta su La7. Il 5 aprile tutti davanti alla TV: obiettivo record di ascolti!

    La Coppa del Mondo di Ginnastica Ritmica torna su La7. Per il secondo anno consecutivo la tappa italiana della World Cup Series di Ginnastica Ritmica andrà in onda, in diretta, sulla tv del gruppo Cairo Editore. Domenica 5 aprile, da circa le 14.00 in poi, gli appassionati dei piccoli attrezzi potranno seguire le finali individuali e di squadra della dodicesima edizione della rassegna di Pesaro. Dalla Vitrifrigo Arena, con il commento di Ilaria Brugnotti e Marta Pagnini, assisteremo al primo vero confronto internazionale sulla road to Tokyo 2020 tra le più grandi étoile del pianeta e i gruppi più forti, tra l’altro con i nuovi esercizi. Un passaggio fondamentale in vista dell’Olimpiade di agosto. Tutto rigorosamente live su La7, una televisione generalista che ha creduto nella ginnastica in generale e ha puntato sulla ritmica in particolare, facendo registrare un ascolto medio, nel 2019, di 373.000 unità con il 2.4% di share. La sfida di quest’anno è quella di migliorarsi, superando il 3%. Non è la prima volta che le nostre discipline dimostrano di saper attirare il grande pubblico e la Federazione ha trovato di nuovo il modo di valorizzare la propia immagine e quella dei suoi sponsor, a cominciare da Freddy, Bionike, Fastweb e Casio con il marchio BabyG. Al di là delle straordinarie evoluzioni di Alessia Maurelli e compagne, che comunque si presenteranno all’appuntamento casalingo più in forma e competitive che mai, e a prescindere dalla presenza in pedana di Alexandra Agiurgiuculese e Milena Baldassarri, che però a loro volta hanno tutte le carte in regolare per salire su un podio di specialità, come fatto ai Mondiali di Sofia nel 2018, sarà fondamentale vincere la gara dell’auditel, contro avversari da record come Buona Domenica e Domenica Live. Tutti coloro che per qualunque ragione non riuscissero a raggiungere la città di Rossini, si segnino pertanto la data del 5 aprile, perché li vogliamo davanti alla televisione. Perché non c’è solo da tifare per le Farfalle, ma bisogna dare un piccolo schiaffo morale a quanti, per troppo tempo e a torto, ci hanno voluto dipingere come uno sport minore!

  • Bucarest - Un pieno di medaglie per le senior e junior di Ritmica alla "Irina Deleanu Cup"

    Si è concluso domenica, con la seconda giornata di gare, il Torneo Internazionale di Ginnastica Ritmica “Irina Deleanu Cup”, in scena questo weekend a Bucarest in Romania, che ha visto protagoniste le ginnaste senior e junior dei piccoli attrezzi. Il Team Italia 1, formato dalle due classe 2005 Sara Rocca (Raffaello Motto), Giulia Dellafelice (Aurora Fano) e Serena Ottaviani (Faber Fabriano), ha vinto la medaglia d’argento. Il secondo gruppo delle azzurrine, composto da Viola Sella (Forza e Coraggio), Gaia Pozzi (San Giorgio '79), Alice Capozucco (Armonia d’Abruzzo) e Alice Taglietti (PGS Auxilium), ha conquistato un punteggio valido il terzo gradino del podio nel Team Ranking anche se il regolamento di gara prevedeva la premiazione di una sola squadra e atleta per nazione. A livello individuale, un pieno di medaglie: tre per Rocca (oro alle clavette, argento alla fune e bronzo alla palla), più l’argento al nastro di Capozucco. “La trasferta è stata molto positiva per essere la prima uscita dell’anno delle nostre ginnaste junior”, ha raccontato alla Federginnastica la Responsabile Nazionale delle individualiste, nonché capodelegazione, Elena Aliprandi. Purtroppo Taglietti e Sella, nonostante i risultati che sarebbero valsi il podio, non hanno potuto ottenere le medaglie per la regola di una sola ginnasta a nazione.

    Debutto internazionale per Sofia Raffaeli (Faber Fabriano) nella categoria senior, con grande soddisfazione: “Veramente molto brava, ha confermato quanto di buono aveva dimostrato da junior”. Cinque medaglie totali tra le quali il secondo posto nell’All Around, due ori a palla e nastro e altri due argenti a cerchio e clavette. La più esperta del gruppo, Sofia Maffeis della Polisportiva Varese “ha condotto una buona gara – ha continuato Elena Aliprandi – svolgendo quattro attrezzi senza perdite”. Eleonora Tagliabue (San Giorgio ’79), al primo anno da senior “è partita molto bene e su quattro attrezzi ha commesso un errore alla palla ma ha continuato la gara con lucidità e maturità. Siamo felice per i complimenti ricevuti da tutto il gruppo e per l’altissimo livello raggiunto dall’Italia. Ringraziamo la Direttrice Tecnica Nazionale Emanuela Maccarani per aver dato la possibilità a queste ginnaste di fare esperienza internazionale”, ci ha tenuto a precisare la Aliprandi.

    RISULTATI E CLASSIFICHE

  • Rinvio a data da destinarsi del Campionato Nazionale di Ginnastica Ritmica a Desio del 29 febbraio-1° marzo

    Si comunica che, a seguito dell’Ordinanza del 23 febbraio 2020 emanata dal Ministero della Salute di intesa con il Presidente della regione Lombardia, che si allega alla presente, la terza prova del Campionato Nazionale di Ginnastica Ritmica di Serie A1, A2 e B, in programma il 29 febbraio e 1° marzo 2020 al Pala Banco di Desio (MB), viene rinviata a data da destinarsi per l’emergenza legata alla diffusione del COVID-2019 (Coronavirus). Contestualmente, tutte le gare previste nella Regione Lombardia sono tutte rinviate a data da destinarsi.

    ORDINANZA REGIONE LOMBARDIA (valida fino al 1° marzo 2020 compreso)

  • Melbourne - Il punto di Enrico Casella: "Vany e Lara sono alla pari. Vinca la migliore!"

    Mentre la Delegazione italiana tornava da Melbourne, abbiamo intercettato Enrico Casella. Questa l’analisi del Direttore Tecnico Nazionale della Sezione Femminile al termine della trasferta in Coppa del Mondo in Australia: “La gara è andata in maniera eccellente per noi italiani. Con due azzurre sul podio, dietro l’americana Jade Carey che partiva con mezzo punto di vantaggio sulla nota D. I dati per noi sono più che confortanti. Adesso la situazione vede Vanessa e Lara alla pari con 75 punti speciali, alle spalle della statunitense, leader a quota 90. Il suo vantaggio al volteggio la obbligherà però a scegliere la rincorsa dei 25 metri per arrivare a Tokyo, lasciando libero il pass olimpico al corpo libero. A questo punto alla mercé delle nostre ragazze, il cui ex aequo si scioglierebbe solo sommando i migliori parziali tra i punteggi reali. Mancano però ancora due prove, a Baku e Doha, quindi è prematuro fare certi calcoli. In questo momento la Ferrari può fare affidamento su un oro, un argento e un bronzo, mentre la Mori (con la tedesca Kim Bui, che la precedette a Cottbus, già qualificata con la squadra), in chiave algebrica per la qualifica olimpica, può contare su tre argenti. Quindi nelle prossime tappe una vittoria farebbe guadagnare punti ad entrambe, invece Vanessa potrebbe avere benefici anche nel caso di un secondo posto, in sostituzione del terzo attualmente già in cascina. Per Lara la piazza d’onore, al contrario, non cambierebbe la classifica speciale, ma potrebbe influire sulla somma dei punti reali, in caso di pari merito. Insomma è ancora tutto aperto. L’importante è essere in pedana sia in Azerbaijan, sia in Qatar, perché è l’unico modo per difendere le posizioni rispetto ad eventuali inserimenti di altre ginnaste. La situazione al momento appare abbastanza delineata, a nostro vantaggio. Quindi vinca la migliore, purché sia uno dei due caporali dell’Esercito. Che altro dire? Qui sono state bravissime. Non posso che fare loro i miei complimenti. Abbiamo deciso di non arrivare a Melbourne troppi giorni in anticipo, per una scelta strategica che alla fine ha pagato. Con ancora addosso il jet lag, hanno tirato fuori due prestazioni stupende, sia in qualifica, sia in finale. Hanno dato il massimo. Una nota particolare, concedetemela, per la Ferrari che riportava lo Tsukahara avvitato in una gara ufficiale dopo tanto tempo. Non lo eseguiva più dell’incidente ai Mondiali di Montreal del 2017. Anche dal punto psicologico è stato un grande passo avanti, per un’atleta al rientro in una competizione ufficiale dopo dieci mesi di convalescenza. Adesso si torna a casa. Abbiamo letto su internet le notizie del Coronavirus. In Australia, pur essendoci stati dei morti, non si percepiva alcun allarmismo. E’ vero che non hanno fatto entrare la Cina, però, per il resto, non c’erano altre situazioni restrittive. Nelle palestre di riscaldamento e al palazzetto abbiamo visto qualcuno con la mascherina, niente però di eclatante. Speriamo si possa tornare presto alla normalità anche in Italia”.

  • Ferrara - Il gala dell'Estense Putinati con le Farfalle azzurre, a un passo dalle… stelle!

    Siamo giunti alla nona edizione del Gala che la Polisportiva Estense Putinati regala, ormai da tradizione, ad una Ferrara che anche quest'anno non ha tradito le aspettative. Come sempre le protagoniste sono le dieci Farfalle azzurre al completo, componenti della squadra nazionale di Ginnastica Ritmica e, quest’anno, anche l’individualista Talisa Torretti, la quale, in questi giorni, è in allenamento presso l'Accademia internazionale di Desio. Con loro la Direttrice Tecnica Nazionale Emanuela Maccarani, accompagnata dalle assistenti Olga Tishina e Chiara Ianni.

    Livia Ghetti, guida della Putinati Ferrara nonché Direttrice Tecnica Regionale GR dell'Emilia Romagna, ha portato al Palasport di Ferrara oltre 1.500 fan che non vedevano l'ora di emozionarsi con le esecuzioni delle nostre azzurre che, per l'occasione, hanno presentato i nuovi esercizi che stanno preparando al meglio in vista dell’impegno più importante dell’anno: l’Olimpiade di Tokyo 2020, alla quale si sono qualificate già nel 2018, al Mondiale di Sofia.

    A fine spettacolo una emozionata Alessia Maurelli, capitana della squadra, ha ringraziato il pubblico per l'affetto dimostrato e ha ricordato come diversi anni fa su quella stessa pedana, proprio con la Putinati, iniziava il suo cammino verso la gloria, così come lo è stato per Martina Santandrea.

    Presenti nel parterre Andrea Maggi, assessore allo sport della città di Ferrara, oltre ad altre autorità civili e dell'Aeronautica militare, divisa indossata da molte delle componenti della squadra. Il team manager FGI Fabio Gaggioli, oltre ad essere stato la voce della serata, ha portato i saluti e l'affetto del presidente federale, il cav. Gherardo Tecchi e di tutto il Consiglio Direttivo.

  • Melbourne – Vany is back! Argento e bronzo per Ferrari e Mori in coppa del Mondo. La Road to Tokyo 2020 continua

    Vany is back! Dopo 11 mesi di assenza dalle pedane internazionali a causa di una doppia operazione ai piedi, Vanessa Ferrari torna in Coppa del Mondo e conquista la medaglia d’argento nella finale al corpo libero, con il personale di 13.700 punti. Accanto a lei Lara Mori, bronzo a quota 12.900. Davanti ai due caporali dell’Esercito italiano, entrambi in forza al Centro Sportivo della Cecchignola, l’americana Jade Carey, già protagonista ieri nella “final eight” al volteggio e medaglia d’oro, oggi, con 14.366 punti, gli stessi della qualifica. Quella di Melbourne è stata la seconda tappa del circuito delle World Cup 2020, dopo Cottbus (in realtà disputata nel 2019) e prima di Baku (12-15 marzo) e Doha (18-21 marzo). In palio i punti utili per la corsa al pass olimpico del corpo libero femminile. Vany e Lara, amiche nella vita, sono dunque rivali in pedana, perché soltanto una delle due potrà proseguire sulla Road to Tokyo 2020. Jade Carey permettendo. La 19enne di Phoenix – iridata a squadre al Mondiale di Stoccarda - al momento guida la classifica speciale del biennio, ma una probabile qualifica al volteggio la escluderebbe, lasciando campo libero a un duello tutto interno alla FGI.

    La Ferrari, se alla fine dovesse prevalere lei, scriverebbe ancora una volta la storia malgrado i tanti infortuni che l’hanno tenuta bloccata. Nessuna ginnasta italiana ha mai preso parte a quattro edizioni dei giochi olimpici. Al momento Vanessa - presente già a Pechino, Londra e Rio de Janeiro - divide il primato, a quota tre, con Monica Bergamelli e Miranda Cicognani, anche se ha tutta l’intenzione di puntare più in alto. Dopo i successi ai Mondiali e agli Europei, alla soglia dei trent’anni, la stella di Aarhus 2006 cerca ancora la consacrazione del podio a cinque cerchi, sfuggitole di un niente al corpo libero sia nel 2012, quando arrivò terza in ex aequo con la Mustafina e vinse la russa per la migliore esecuzione, sia nel 2016, quando da terza in qualifica si vide soffiare il bronzo dalla britannica Amy Tinkler, prendendo un altro legno. Accanto alla ginnasta di Orzinuovi c’è un’altra piccola grande campionessa, magari con un palmares più ristretto della sua compagna di viaggio, ma con un trascorso e uno spessore umano non certo inferiore. All’attivo del “Giglio di Montevarchi” brillano i successi ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona, alle Universiadi di Napoli, agli Assoluti di Perugia e di Riccione, oltre alle tante finali di prestigio, compresa quella iridata a Montreal nel 2017, la stessa nella quale la Ferrari si infortunò alla caviglia. La Mori diede un forte contributo al gruppo dello scorso quadriennio per la qualificazione in Brasile e alla fine, purtroppo, per scelta tecnica le furono preferite altre atlete. Il suo sogno olimpico, dunque, ha origini lontane ed è tutt’altro che sopito. Vinca la migliore, verrebbe da dire, purché sia un’italiana.

    Per la cronaca c’è ancora una ulteriore card olimpica a disposizione dell’Italia. Si può prendere con il circuito della All around World Cup. È un pass numerico, non nominativo, che la nostra GAF potrebbe strappare tra Milwaukee (7 marzo), Stoccarda (21-22 marzo), Birmingham (28 marzo) e Tokyo (4-5 aprile), oppure attraverso gli Europei a Parigi (30 aprile-3maggio). La delegazione della Femminile, per ora conta le quattro della squadra, bronzo mondiale nel 2019, ma se ne potrebbero aggiungere altre due, perfezionando l’en plein dei posti Paese a disposizione. Per la maschile, invece, oltre ai due avieri dell’Aeronautica Militare, Ludovico Edalli e Marco Lodadio, ci sarebbe posto per un altro generalista. Non con le Coppe del Mondo, dove gli azzurri non andranno, ma con la rassegna continentale di Baku (27-31 maggio).

    La seconda giornata di finali, nell’Hisense Arena australiana, ha visto ginnasti e ginnaste sfidarsi anche sulla trave, al volteggio maschile, alle parallele e alla sbarra. Il podio della prima ha visto salire sul gradino più alto la giapponese Urara Ashikawa con 13.300 punti, seguita dall’inglese Ondine Achampong (pt. 13.166) e dall’ucraina Anastasiia Bachynska (pt. 12.933). La rincorsa sui 25 metri maschili, invece, ha visto trionfare il coreano Jeahwan Shin con 14.866 punti, a pochi centesimi di punto dal guatemalteco Jorge Vega Lopez, secondo con 14.783 punti. Bronzo per l’isrealiano Andrey Medvedev, a quota 14.550. Il programma ha visto poi gli otto migliori atleti gareggiare sugli staggi paralleli. Il russo Vladislav Poliashov si è imposto con 15.200 punti sul giapponese Yusuke Tanaka (pt. 15.166) e sul vietnamita Phuong Thanh Dinh (pt. 14.933). Infine alla sbarra è stato incoronato l’”Olandese volante” Epke Zonderland, oro con 14.900 punti. Dietro all’olimpionico alla sbarra di Londra 2012, il kazako Milad Karimi (pt. 14.500) e l’australiano Mitchell Morgans (pt. 14.233). 

  • Coronavirus: sospensione delle attività sportive in Lombardia, Veneto e a Torino

    Su indicazione del Governo, Il Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport Vincenzo Spadafora, ha chiesto al CONI di invitare le Federazione Sportive Nazionali, le Discipline Associate e gli Enti di Promozione Sportiva, a sospendere, per la giornata di Domenica 23 febbraio, tutte le manifestazioni sportive in programma nelle Regioni di Lombardia e Veneto, e nella città di Torino. Il Presidente Federale Gherardo Tecchi, presente ieri alla gara di Serie A ad Ancona, ha dato disposizioni di attuazione della sospensione nelle aree indicate dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano.

| Data di pubblicazione:Fri, 28 Feb 2020 06:31:05 +0100
Torna alla lista di newsfeed

A.S.D. Melos Via M. Santucci, 126 Perugia, Umbria, Italia
Tel: 340-5535478 - 320-0110871
Email: asdmelos@libero.it; info@asdmelos.it
C.F.: 94124080543 REGISTRO NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI E SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE N.134720 affiliata a Organizzazione per l'Educazione allo Sport (OPES) numero/codice 883