CONI

Federazione Ginnastica d'Italia - News

  • Master Nazionale TE - Il Pilates come completamento della preparazione fisica nella Ginnastica

    Sabato 25 e domenica 26 luglio, Francesca Beltrami, giudice internazionale di Trampolino Elastico, terrà un master on line di sezione FGI dal titolo: Il Pilates come complemento della preparazione fisica nella ginnastica di alto livello. Entrambe le giornate avranno una durata di tre ore circa e gli obiettivi sono queli di scoprire le potenzialità del sistema di allenamento sviluppato all'inizio del Novecento da Joseph Pilates e come può un allenatore qualificato applicare alcuni dei suoi fondamenti alla preparazione fisica dei ginnasti per completarla, non solo migliorando gli schemi motori ma anche combattendo gli squilibri e prevenendo gli infortuni. Verrà affrontato il lavoro a corpo libero o con piccoli attrezzi, facilmente replicabile in tutte le Associazioni sportive dilettantistiche. 

  • Spadafora: "Dal 15 giugno dovrebbe ripartire lo sport amatoriale. Vedrò il ministro Azzolina per l'uso delle palestre scolastiche"

    "Tra giovedì e venerdì della prossima settimana Sport e Salute dovrebbe essere in grado di far partire tutti i bonifici rimasti in sospeso per il bonus di marzo, ma anche quelli per aprile e maggio che verranno inviati automaticamente, senza ulteriori domande. Mi auguro che entro lunedì 8 giugno tutti i lavoratori sportivi ricevano l’indennità". Lo ha dichiarato il ministro per le politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora in una diretta Facebook. "Avete ragione, sono passati quasi tre mesi - ha spiegato il ministro rivolgendosi ai lavoratori sportivi - ma reperire tutte le risorse non è stato facile, anche se capisco le problematiche vissute da tutti. Abbiamo lavorato giorno e notte e, con soddisfazione e chiarezza, posso dire che il ministro Gualtieri mi ha assicurato che per mercoledì tutte le risorse verranno trasferite a Sport e Salute. Il presidente Cozzoli, che sta facendo con la sua squadra un lavoro incredibile, mi ha garantito che i bonifici sono già pronti". Spadafora ha inoltre precisato che, "chi non avesse presentato domanda per il mese di marzo, dall'8 giugno potrà fare richiesta per i bonus di aprile e maggio visto che apriremo una nuova finestra sul sito di Sport e Salute. Inoltre, sempre l’8 giugno troverete sul sito dell'ufficio dello sport del Governo (sport.governo.it) tutti i criteri e le modalità per accedere al sostegno a fondo perduto per le associazioni e le società sportive dilettantistiche. E' un sostegno importante, arriva a giugno ma è necessario per alleviare i danni subiti nei mesi di lockdown. L'Istituto per il credito sportivo ha peraltro già ricevuto migliaia di richieste per il prestito agevolato: spero possano essere evase velocemente", ha aggiunto Spadafora. "Il mio auspicio è che dal 15 giugno possano ripartire anche le attivita' sportive amatoriali, come per esempio una partita di calcio, un saggio di danza o altre discipline che prevedono un contatto che oggi dobbiamo ancora cercare di evitare. Non considerate ancora questa data come certa al 100% ma, se le cose procederanno bene dal punto di vista del virus, anche l'ultimo pezzo del mondo dello sport deve ripartire. Il decreto del presidente del Consiglio dei ministri attualmente in vigore dura fino al 14 giugno, poi bisognerà stabilire nuove regole – ha spiegato il ministro - Sono dell'idea che bisogna fare il possibile affinché' tutto lo sport di base possa ripartire, ma dobbiamo ovviamente vedere cosa accade la prossima settimana: dobbiamo augurarci tutti quanti che la curva dell'epidemia continui a dare esiti positivi. Molti mi stanno chiedendo e mi hanno scritto preoccupati per l’impossibilità di utilizzare le palestre delle scuole. Ci siamo sentiti con la ministra dell'Istruzione Azzolina e ci vedremo la prossima settimana: vogliamo cercare di tutelare sia l'interesse primario della scuola, con la riapertura di settembre, sia la possibilità di continuare ad offrire degli spazi per tutte le realtà dell'associazionismo sportivo. Al riguardo metteremo a disposizione fondi per sanificare le palestre scolastiche, perché' chi oggi sul territorio utilizza queste strutture deve poter riprendere l’attività", ha concluso Spadafora.

  • “Non mollare mai – Storie tricolori”: Vanessa Ferrari, simbolo di resilienza nello spot di Zanardi

    Dopo oltre un anno di assenza dalle pedane internazionali e dopo la grande delusione ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro - la seconda consecutiva, se si pensa anche a quella, forse ancora più cocente, di Londra 2012 - Vanessa Ferrari si ripresentò ai Mondiali di Montreal, nel 2017, in una rassegna individuale che avrebbe potuto rappresentare l’immediato riscatto, rispetto alla gara brasiliana a cinque cerchi. Conquistata la finale la campionessa di Orzinuovi, in base al sorteggio, fu l’ultima a salire sulla pedana canadese. In testa c’era la giapponese Mai Murakami, seguita dalla statunitense Jade Carey – la stessa che avrebbe ritrovato nelle world cup qualificanti per i giochi di Tokyo del circuito FIG 2019-2020. L’Italia era l’unica, insieme alle padrone di casa, a schierare due atlete nella final eight iridata al corpo libero femminile, proprio come alle Olimpiadi di Rio dove con la stessa Ferrari c’era Erika Fasana. Lara Mori, già finalista, nella stessa stagione, agli Europei di Cluj Napoca, ottenne un’ottima sesta piazza, ma tutti gli occhi erano puntati sulla veterana, quella super Vany in lotta contro l’anagrafe e la sfortuna. Alla soglia del 27° compleanno il Cannibale cresciuto nella Brixia di Brescia aveva l’oro nel mirino e, come dichiarò lei stessa, per non accontentarsi di un comodo piazzamento, divenuto alla sua portata visto il 13.933 del bronzo provvisorio Claudia Fragapane, decise, d’accordo con il DTN Enrico Casella, suo allenatore storico, di mettere nell’esercizio tutte le sue difficoltà. Qualcuno parlava di ultima apparizione, di una vittoria che avrebbe dovuto chiudere in bellezza una carriera alla quale manca solo la corona olimpica. Si sarebbe davvero ritirata? Non lo sapremo mai. Di certo quello che accadde stimolò la Ferrari ad andare avanti. La caduta sulla seconda diagonale acrobatica con la conseguente rottura del legamento del piede avrebbe ucciso un elefante. Invece, tra le lacrime di quell’ennesimo accanimento del fato avverso, nacque il nuovo volo della Farfalla lombarda. Vany chiuse ultima un Mondiale che sentiva già suo. Non poteva finire in quel modo e, infatti, da allora iniziò un altro quadriennio incredibile, tra interventi chirurgici e lunghe riabilitazioni, che si sarebbe concluso con il tentativo (tutt’ora in piedi) di conquistare la sua quarta partecipazione olimpica alla soglia dei 30 anni. Mai nessuna ginnasta italiana è riuscita in questa impresa di longevità e, al momento, la sfida con l’amica-avversaria Lara Mori, degna compagna di viaggio di un mostro sacro dei grandi attrezzi planetari, si è congelata a causa della pandemia. Sembra davvero la sceneggiatura di un film, e chissà che qualcuno un giorno non ci pensi a raccontare questa storia di sport sul grande schermo, intanto però, le immagini dell’incidente di Montreal sono state usate nello spot del programma “Non mollare mai – Storie tricolori” in onda martedì 2 giugno, alle 21.25, su Rai Uno, un Charity Show per la Croce Rossa Italiana al quale prenderà parte, tra i tanti volti noti del mondo sportivo e dello spettacolo, anche Jury Chechi. “Tutte le volte che hai pensato di non farcela – dice nel promo Alex Zanardi, un’altra icona della resilienza sportiva - c’è stata una parte di te che ti ha detto di non mollare. E la storia dello sport è piena di queste sfide tra la parte che si vuole arrendere e quella che non vuole mollare, per questo amiamo lo sport e quando lo celebriamo…celebriamo anche la vita”.

  • Mogurean, Paris e Corradini, Farfalle di classe! TuaScuola è il compagno di banco dei ginnasti.

    Il talento e l’eccellenza sportiva devono, necessariamente, correre di pari passo con un’accurata preparazione e cultura. A far del campione l’idolo degli appassionati e l’esempio per i giovani, infatti, non sono soltanto i successi sportivi quanto la capacità di veicolare messaggi positivi ed educativi. D’altronde è questo il diktat dell’istituto TuaScuola di Bergamo, che da 2014 segue la formazione didattica delle Nazionali di Ginnastica: formare le persone mentre palestra e competizioni formano gli atleti. Ore e ore di allenamenti e poi la scuola, nonostante la stanchezza a fine giornata: lezioni online, studio e poi, per qualcuno, anche gli esami di maturità. Tocca a Daniela Mogurean, la Farfalla che, insieme alle compagne di squadra Nina Corradini e Laura Paris, è iscritta all’istituto paritario bergamasco. Dana, come la chiamano le altre ragazze della Direttrice Tecnica Nazionale Emanuela Maccarani, frequenta l’ultimo anno del liceo di scienze umane, indirizzo economico-sociale. Come tanti altri ragazzi dovrà affrontare un esame di maturità del tutto particolare a causa dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19: “Quest’anno è molto diverso dagli altri, vista la situazione generale che interessa gran parte del mondo. Ci sono state svariate ipotesi e alla fine si è arrivati alla conclusione di tenere solo un colloquio orale di circa un’ora, articolato in più parti”. Nina e Laura sono più piccole, guarderanno l’esame della compagna come un esempio. La prima è al terzo liceo delle scienze umane, mentre la seconda al quarto scientifico-sportivo. Tutte capiscono l’importanza dello studio: “Gli insegnanti sono sempre molto disponibili e comprensivi nei nostri confronti; cercano di aiutarci ad apprendere il più possibile – dicono in coro Corradini e Paris - sanno che stiamo tutto il giorno in palestra e quindi se un giorno non riusciamo a studiare tutto tutto, non ce lo fanno pesare più di tanto”. Fa loro eco la Mogurean con grande saggezza, nonostante la giovane età: “Credo che studiare sia una cosa molto importante per la formazione della propria personalità, a me piace molto. Soprattutto se si sceglie di studiare una cosa di cui si è appassionati”. Di certo, però, non è una passeggiata riuscire a conciliare l’impegno della Ritmica ad altissimo livello con la scuola: “Al termine dell’allenamento facciamo tutti i giorni due ore di lezione, dal lunedì al venerdì. Poi, dopo cena – spiega Laura – ognuna si organizza per studiare”. Ligia al dovere Dana:“Quest’anno, con il fatto della maturità, dedico molto più tempo allo studio per arrivare preparata all’esame”. Anche alle altre due Farfalle piace studiare, ma su libri completamente diversi: “Le materie scientifiche non mi piacciono e studiarle diventa più faticoso. La materia in cui sono più brava – confessa Nina – è l’inglese e in generale le lingue: parlo anche il francese grazie alle origini di mia madre”. Invece Laura è “sempre stata portata per le materie scientifiche, mi piace particolarmente la matematica ma anche fisica e chimica”. L’impegno e l’organizzazione di TuaScuola, che dal 2012 ha anticipato i tempi in tema di didattica a distanza, è fondamentale per garantire alle azzurre della Nazionale un’adeguata preparazione da privatiste: “A causa dello stile di vita che conduciamo – spiega Daniela - è inevitabile frequentare una scuola privata, perché magari ci viene un po’ più incontro rispetto ad una scuola normale”. Anche Laura è d’accordo: “Allenandoci tutto il giorno, frequentare la scuola da privatista è sicuramente un aiuto e un’agevolazione per noi. Certo, quando arrivi alla sera è sempre difficile concentrarsi!”. L’unica obiezione, si fa per scherzare, arriva da Nina: “Non mi pesa certo la scuola privata ma sono da sola in classe e a volte vorrei qualcuno con cui chiacchierare”. Perché - nonostante dieci compagne di squadra con cui condividere gioie, sacrifici, successi e medaglie - un compagno di banco è irrinunciabile nella vita.

  • L'ultima settima di FATE su DAZN, la "last dance" della Ginnastica Artistica Femminile. Da non perdere!

    Mentre su Netflix spopola la docu-serie statunitense, targata ESPN, “The Last Dance” sui Chicago Bulls di Michael Jordan, su DAZN sono ancora disponibili, e lo saranno fino alla fine della settimana, le due stagioni della web serie federale FATE#RTT2020, ideata da Silvia Vatteroni e prodotta da Ginnastica Artistica Italiana. Senza voler fare arditi accostamenti tecnici tra Air Jordan e le azzurre dell’Italdonne di Artistica, vale la pena ricordare che la FGI, grazie al progetto “Ginnaste-Vite parallele”, in collaborazione con MTV e Fremantle Italia, fu tra le prime realtà di vertice a raccontarsi in un documentario sportivo con un format seriale, in un periodo, nel 2011, quando la televisione era ancora analogica. Ora, con il proliferare delle OTT e delle Smart Tv, la Federginnastica è sempre sulla cresta dell’onda digitale, grazie alla nuova partnership tra DAZN e Volare Tv, che ha portato le Fate sulla piattaforma streaming più importante del Paese. Tra le protagoniste della prima ora c’è anche Elisa Iorio, modenese, classe 2003, medaglia di bronzo a squadre ai mondiali senior dello scorso anno, a Stoccarda, in Germania. Questo è quanto ci ha detto dopo essersi rivista on demand: “Sono passati 5 anni fa, sono maturata tanto, sono diventata indipendente e vivere fuori casa mi ha aiutata a diventare più responsabile. All’inizio ero molto timida e introversa mentre ora grazie anche alle mie compagne sono praticamente tutto il contrario.Mi sembra ieri di aver intrapreso questo fantastico percorso quando in realtà l’ho incominciato all’età di 11/12 anni e adesso ne ho 17! Il rapporto che ho con le mie compagne è fantastico, ovvio non sempre è facile vivere insieme 24 ore su 24, è come se fossimo sorelle non di sangue e i battibecchi ci sono spesso e volentieri, però si cerca sempre di fare pace. Ed è anche così che abbiamo costruito questo rapporto stupendo grazie ai litigi, i pianti e le risate che lo hanno rafforzato sempre di più. Il rinvio dei Giochi Olimpici? È stato un duro colpo, abbiamo sperato fino all’ultimo che non accadesse, che finisse tutto, il virus, la pandemia, ma purtroppo è andata sempre peggio. Di fronte a tanti morti non si poteva fare altrimenti. Abbiamo provato a mantenere la concentrazione anche se è molto difficile senza obiettivi. I nostri allenatori hanno cercato di farci passare questa situazione nel migliore dei modi, motivandoci e sostenendoci. Il nostro sogno rimane quello, è un traguardo che ci siamo prefissate già da quando eravamo bambine e nessuno ce lo toglierà: quello è e quello rimane! Cercherò di sfruttare al meglio questo periodo per poter aumentare sicuramente il valore dei miei esercizi e renderli più puliti e come dice sempre Enrico Casella ogni difficoltà si può trasformare in opportunità, mai sprecare occasioni come questa anche se poco piacevoli perché che è da quelle che si diventa più forti”.

  • Grande entusiasmo per il primo master on line della Ginnastica Ritmica

    Insieme si può … creare un successo! Il Master “Evoluzione del codice dei punteggi:dalla teoria alla pratica verso i cambiamenti del prossimo ciclo olimpico” tenuto mirabilmente da Elena Aliprandi, fortemente voluto dalla DTN GR Emanuela Maccarani che ha guidato l’intera lectio veramente magistralis è stato un vero e proprio successo! Perizia della relatrice, pragmatismo, classe, ottima organizzazione, cura delle persone… i commenti a caldo delle tecniche riunite, senza battere ciglio, in 250 davanti al pc. Le cinque ore della lezione sono volate e l’attenzione di tutte è stata la migliore riprova del successo della proposta. Un gruppo di tecniche coeso e preparato si è riunito, con grande passione, formando una vera “Squadra“ intorno alla sua DTN, grazie all’alacre operosità della Team Manager Paola Porfiri, del direttore del CeDiR Claudio Scotton e della Collaboratrice CeDiR Maria Luisa Ruspi. Ripartenza eccezionale grazie a tutti! (Donatella Lazzeri)

  • Video Sport e Salute "si ricomincia a giocare" con il ginnasta Marco Lodadio

    Un nuovo inizio. Perché' tutti i campioni hanno cominciato dalle basi, anzi dalle società di base. Sport e Salute, nella settimana della ripresa delle attivita', ringrazia Alice Volpi (Scherma), Christof Innerhofer (Sci), Fabio Caponio (Badminton), Federica Brignone (Sci), Flavia Tartaglini (Windsurf), Luca Toni (Calcio), Marco Lodadio (Ginnastica), Marta Menegatti (Beachvolley), Paolo Nicolai (Beachvolley), Tania Cagnotto (Tuffi), Tania Di Mario (Pallanuoto) per la partecipazione ad un video che vuole segnare il punto di ripartenza. Nella clip, dove compare anche la scritta "Si ricomincia a giocare", sono protagoniste anche le società dove da bambini hanno mosso il primo passo verso i successi e le emozioni che ci hanno regalato: Cus Siena, Sci Club Brunico, Polisportiva Santeramo, Sci Club Courmayeur, L.N.I. Ostia, Polisportiva Serramazzoni, A.P.D. Vigna Pia, Olimpia Teodora, Impavida Ortona, Bolzano Nuoto, Roma Vis Nova. "La fatica non è mai sprecata. Soffri, ma sogni" (Pietro Mennea).

  • Da oggi, in libreria, "FARFALLE"!

    Si passano cerchi, clavette e palle, maneggiano il nastro creando effetti straordinari. Quando le guardi danzare sembra quasi che possano volare. Sono le Farfalle della nazionale di ginnastica ritmica, dodici ragazze che fin da piccolissime hanno lavorato con impegno per realizzare un sogno: raggiungere i più alti livelli della propria disciplina. Con il sorriso sulle labbra provano e riprovano esercizi, passi e lanci per centinaia di volte, per mesi. Devono raggiungere la perfezione, imparando a nascondere la fatica e a rialzarsi dopo i fallimenti. In   questo libro ci hanno permesso di seguirle nei lunghi allenamenti, ma anche nei momenti di pausa, in cui tornano a essere ragazze come tutte le altre. Anche nella Casa delle Farfalle di Desio, infatti, non mancano risate, chiacchiere sul divano, momenti di studio e attimi di stanchezza e sconforto. Sarà facile emozionarsi leggendo le storie di queste ragazze così straordinarie, che uniscono forza ed eleganza, determinazione e passione, con un unico, grande obiettivo: arrivare a quella agognatissima medaglia che potrebbe cambiare la loro vita per sempre. Duecento pagine di racconti e fotografie che faranno la gioia delle tante praticanti dei piccoli attrezzi. Da oggi, nelle migliori librerie d’Italia, è disponibile FARFALLE, edito dalla Fabbri Editore (prezzo di copertina Euro 15,90), in collaborazione con la Federazione Ginnastica d’Italia. Dopo il successo di FATE, il libro sulla nazionale juniores di Artistica femminile, arriva un’altra opera della stessa collana, questa volta dedicata al mondo della Ritmica, ad arricchire la letteratura sportiva italiana e la biblioteca del cuore dei suoi moltissimi appassionati. Non lasciatevelo sfuggire!

  • Memorandum per le Società Affiliate FGI - Sintesi Misure di Rilancio per lo Sport

    Si riporta, a seguire, un memorandum, per le società affiliate, inerenti le misure adottate, dalle preposte autorità governative, per sostenere e rilanciare lo Sport in Italia:

    1. Decreto Legge “Rilancio” n. 34/2020 – misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da Covid 19

    DISPOSIZIONI IN MATERIA DI LAVORATORI SPORTIVI

    Indennità

    • Per i lavoratori del mondo dello sport, titolari di rapporti di collaborazione con il CONI/CIP/FFSSNN/DDSSAA/EEPPSS/SSD/ASD non percettori di altro reddito, viene confermata l’indennità (bonus) di 600 euro, senza necessità di ulteriore domanda per i soggetti già beneficiari per il mese di marzo 2020, anche pe mesi di aprile e maggio 2020.

    Fondo Rilancio Sistema Sportivo Nazionale

    • Stabilito il limite massimo di 40 milioni di euro per il 2020 e di 50 milioni di euro per il 2021. Il bilancio è alimentato da una quota pari allo 0,5% del totale della raccolta da scommesse relative ad eventi sportivi di ogni genere. La quota verrà ridotta qualora l’ammontare delle entrate fosse inferiore al previsto.

    Cassa integrazione

    • Vengono inclusi nella cassa integrazione in deroga i lavoratori dipendenti iscritti al fondo pensione sportivi professionisti con retribuzione annua lorda non superiore a 50.000 euro e limitatamente ad un periodo massimo di 9 settimane.

    DISPOSIZIONI IN TEMA DI IMPIANTI SPORTIVI

    Locatari pubblici

    • Viene prorogata dal 31 maggio al 30 giugno 2020 la sospensione dei termini  di pagamento di  canoni di locazione e concessori relativi all’affidamento di impianti sportivi pubblici dello Stato e degli enti territoriali per  FFSSNN/EEPPSS/Società e Associazioni sportive con domicilio fiscale, sede legale o sede operativa nel territorio dello Stato. 
    • Il termine per i versamenti sospesi viene prorogato dal 30 giugno al 31 luglio 2020 con possibilità di rateizzazione al massimo in quattro rate mensili di pari importo a decorrere da luglio 2020.
    • Per i concessionari di impianti sportivi pubblici è possibile chiedere la revisione dei rapporti in scadenza entro il 31 luglio 2023 mediante la rideterminazione delle condizioni di equilibrio economico-finanziarie originariamente pattuite, anche attraverso la proroga della durata del rapporto, per favorire il graduale recupero dei proventi non incassati e l’ammortamento degli investimenti effettuati o programmati, oppure, in caso di mancato accordo, per la recessione dal contratto.

    Locatari Privati 

    • In caso di contratto di locazione relativa ad impiantistica di proprietà di soggetti privati, causa sovpravvenuto squilibrio dell’assetto economico per sospensione delle attività sportive, il conduttore ha diritto, limitatamente a n. 5 mensilità da marzo 2020 a luglio 2020, ad una corrispondente riduzione del canone locatizio che si presume pari al 50% del canone contrattualmente stabilito.

            Credito d’ imposta per canoni di locazione  

    • Viene riconosciuto, in relazione al canone di locazione, di leasing di concessione di immobili ad uso non abitativo destinati allo svolgimento dell’attività istituzionale, un credito di imposta nella misura del 60% delle spese sostenute nel 2020 per un massimo di 60.000 euro. 
    • Il beneficio è commisurato all’importo versato nel periodo d’imposta dei mesi di marzo, aprile e maggio 2020.
    • Il credito è destinato alla sanificazione degli ambienti e degli strumenti utilizzati e all’acquisto di dispositivi di protezione individuale e di altri dispositivi atti a garantire la salute dei lavoratori e degli utenti. 
    • L’agevolazione è utilizzabile nella dichiarazione dei redditi oppure in compensazione successivamente all’avvenuto pagamento dei canoni.

    Cessione dei crediti d’imposta

    • Fino al 31 dicembre 202 ii beneficiari di alcuni crediti d’imposta possono optare per la cessione, anche parziale, ad altri soggetti, inclusi istituti di credito ed intermediari.

    Voucher

    • A seguito della sospensione dell’attività sportiva, e della conseguente impossibilità dell’accesso ai servizi sportivi richiesti, il gestore dell’impianto sportivo, entro 30 giorni dalla presentazione di apposita  richiesta da parte dei soggetti acquirenti, può rilasciare, in alternativa al rimborso del corrispettivo per i servizi non goduti, un voucherdi pari valore incondizionatamente utilizzabile  presso la stessa struttura entro un anno dalla cessazione delle misure di sospensione dell’attività sportiva.

    Riduzione oneri bollette elettriche  

    • Prevista la riduzione della spesa sostenuta dalle utenze elettriche, per diminuzione dii attività, con riferimento alle voci identificate in bolletta come “trasporto e gestione del contatore” e “oneri generali di sistema “, per i mesi di maggio, giugno e luglio 2020, nel limite massimo di 600 milioni di euro per il 2020.

    Centri estivi e contrasto alla povertà educativa 

    • Viene incrementata di 150 milioni di euro, per il 2020, la dotazione del Fondo per le politiche della famiglia. Tali risorse sono destinate ai Comuni per finanziare iniziative, anche in collaborazione con enti pubblici e privati, per il potenziamento di centri estivi diurni, servizi socioeducativi territoriali e centri con funzione educativa e ricreativa per le attività di bambini e bambine, di età compresa tra i 3 e i 14, anni per il periodo giugno-settembre 2020.

    Sport e Salute ha predisposto una prima sintesi delle misure previste che trovate in allegato e scaricabile sul sito www.sportesalute.eu

    1. Istituto per il Credito Sportivo (ICS) – Misure straordinarie per emergenza Coronavirus – Covid 19: Sospensione rate e mutui liquidità
    • L’ICS, al fine di sostenere  le attività imprenditoriali danneggiate dall’epidemia di COVID 19, ai sensi del DL n.18/2020 procederà su esplicita richiesta dei propri mutuatari alla sospensione del pagamento delle rate in scadenza da marzo a settembre 2020.
    • Con l’emanazione del DL 8 aprile 2020 n.23, che stabilisce la concessione di finanziamenti destinati a far fronte alle esigenze di liquidità correlate all’emergenza COVID-19 e del Decreto del Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport, con il quale vengono definiti i criteri per l’accesso al Comparto Liquidità del Fondo di Garanzia gestito da ICS, la banca dello sport, ha previsto la misura straordinaria denominata “Mutuo Light liquidità”, i cui beneficiari sono le ASD, SSD iscritte al Registro CONI e regolarmente affiliate da almeno un anno alla FGI. Con l’obiettivo di migliorare il supporto informativo alle ASD e SSD, in merito ai mutui liquidità, oltre ai contenuti del sito ICS: https://www.creditosportivo.it/covid19.html, a partire dal video, al numero verde e a quanto già divulgato sui canali di comunicazione ICS, si vuole condividere anche il testo allegato, che riepiloga la documentazione richiesta e l’iter da seguire per arrivare alla fine del percorso. In caso di specifiche esigenze e/o problematiche da segnalare, è a disposizione, l’Ufficio Comunicazione Istituzionale ICS (06.32498484/485 - comunicazioneistituzionale@creditosportivo.it).

    Le Linee Guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere

    • Le Linee Guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere il cui inizio è previsto per il 25 maggio 2020, sono state emanate dall’Ufficio Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri http://www.sport.governo.it/, ai sensi del DPCM del 17 maggio 2020, art. 1 comma 1 lett. lett. f). La FGI, ai sensi della lett. g) comma 1, art. 1 del DPCM del 17 maggio 2020, ha recepito tali linee guida nel suo protocollo, che è stato trasmesso alle proprie affiliate e pubblicato sul sito web FGI in data 23 maggio 2020. Le affiliate poi, a fronte del protocollo FGI, dovranno redigere propri protocolli di dettaglio.
  • Nuovo Protocollo per il contenimento del rischio di contagio Covid-19. Ripresa delle attività nelle Associazioni/Società affiliate

    In base alle “Linee Guida per l'Attività sportiva di base e l'attività motoria in genere” emanate ai sensi del DPCM del 17/05/2020 art 1 lettera f), ai sensi delle “Linee guida: Modalità di svolgimento degli allenamenti per gli sport di Squadra del 18 maggio 2020 all 4 lettera C , ed ai sensi dell'articolo 1del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 26 aprile 2020 lettere f) e g), a cui tutti i Responsabili/Conduttori degli impianti sportivi, tutti i Legali Rappresentanti di AS/SS, tutti gli operatori sportivi e frequentatori a vario titolo devono attenersi, anche alla luce delle specifiche indicazioni del Medico Federale per la parte di propria competenza, si integrano i suggerimenti già inviati ed allegati alle circolari riguardanti le autorizzazioni alla ripresa degli allenamenti con ulteriori modalità e/o operazioni utili a contenere il rischio di contagio da Covid 19. Si precisa che tali indicazioni potranno essere oggetto di modifica e/o revisione a seguito di modifiche legislative che sarà cura di questa Federazione notificare agli interessati.

| Data di pubblicazione:Tue, 02 Jun 2020 16:45:53 +0200
Torna alla lista di newsfeed

A.S.D. Melos Via M. Santucci, 126 Perugia, Umbria, Italia
Tel: 340-5535478 - 320-0110871
Email: asdmelos@libero.it; info@asdmelos.it
C.F.: 94124080543 REGISTRO NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI E SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE N.134720 affiliata a Organizzazione per l'Educazione allo Sport (OPES) numero/codice 883