CONI

Federazione Ginnastica d'Italia - News

  • UEG Awards - La squadretta juniores di Ritmica eletta terzo best team europeo del 2017

    L'Unione Europea di Ginnastica ha ideato il primo contest europeo denominato: "Ginnasta dell'anno". Tutte le 50 federazioni che compongono l'UEG e le 8 commissioni tecniche sono state invitate a nominare i loro favoriti. È stata fatta una selezione che poi è stata messa online per consentire a tutti di votare per un periodo di dieci giorni. Con oltre 25.000 voti, distribuiti su 5 categorie, ecco i risultati delle elezioni del 2017.

    Ginnasta femminile dell'anno - 3240 voti
    1ª Catalina Ponor (ROU) - 2289 voti, 71%
    2ª Ellie Downie (GBR) - 296 voti, 9%
    3ª Linoy Ashram (ISR) - 251 voti, 8%
    4ª Nina Derwael (BEL) - 161 voti, 5%
    5ª Giulia Steingruber (SUI) - 148 voti, 5%
    6ª Pauline Schaefer (GER) - 66 voti, 2%
    7ª Tatsiana Piatrenia (BLR) - 29 voti, 1%

    La 5 volte campionessa europea alla trave Catalina Ponor (ROU) ha reagito alla sua vittoria con queste parole: "Grazie mille a tutti per aver votato per me! Mi sento amata e apprezzata! Grazie, grazie, grazie a tutti!"

    Ginnasta maschile dell'anno - 8681 voti
    1° Eleftherios Petrounias (GRE) – 5277 voti, 61%
    2° Marian Dragulescu (ROU) – 2545 voti, 29%
    3° Tin Srbic (CRO) – 439 voti, 5%
    4° Oleg Verniaiev (UKR) – 126 voti, 1%
    5° Daniel Bali (HUN) – 105 voti, 1%
    6° Mikhail Zalomin (RUS) – 100 voti, 1%
    7° Pablo Braegger (SUI) – 89 voti, 1%

    Squadra dell'anno - 2952 voti
    1ª Olympiada Thrakomakedonon (GRE) - 1703 voti, 58%
    2ª Team Senior maschile (DEN) - 586 voti, 20%
    3ª Squadra Junior di Ginnastica Ritmica (ITA) - 518 voti, 18%
    4ª Efi Sach, Yannay Kalfa, Lidar Dana e Daniel Uralevitch (ISR) - 145 voti, 5%

    Le nostre giovani atlete Francesca Pellegrini, Anna Paola Cantatore, Rebecca Vinti, Talisa Torretti, Melissa Girelli e Nina Corradini, con 518 voti (pari al 18% delle preferenze) si classificano al terzo posto nella categoria "Squadra dell'anno". Dopo una stagione ricca di successi - ricordiamo fra tutti l'argento agli Europei di Budapest del maggio scorso - le azzurrine allenate a Fabriano da Julieta Cantaluppi e Kristina Ghiurova si sono ritagliate un altro posto tra le 'grandi' di questa disciplina.

    Olympia Dragouni, l'allenatore di Olympiada Thrakomakedonon, invece, ha detto: "Sono emozionato per questo risultato! Voglio fare un ringraziamento speciale a tutti gli appassionati di ginnastica che ci hanno onorato con il loro voto: i nostri 'Lupi' sono stati scelti come la migliore squadra europea di ginnastica dell'anno contro candidati davvero molto forti! Dal profondo del nostro cuore, ringraziamo tutti per il sostegno e l'amore dedicati! Questa non è solo una vittoria per Olympiada Thrakomakedonon e per la Ginnastica greca. È un risultato per l'intero movimento che ha guadagnato un posto importante tra le altre discipline del nostro sport, grazie al voto e al riconoscimento degli appassionati di ginnastica. Voglio congratularmi con tutti i vincitori e in particolare con Eleftherios Petrounias ma, soprattutto, desidero congratularmi con l'UEG per questa eccezionale idea. Spero che il contest continui e che diventerà una tradizione di grande successo".

    Stella nascente dell'anno - 1544 voti
    1ª Rasmus Steffensen (DEN) - 782 voti, 51%
    2ª Melanie de Jesus dos Santos (FRA) - 394 voti, 26%
    3ª Tin Srbic (CRO) - 192 voti, 12%
    4ª Florentina Gruber, Melanie Trautenberger e Victoria Loidl (AUT) - 87 voti, 6%
    5ª Artem Dolgopyat (ISR) - 61 voti, 4%
    6ª Vinzenz Hoeck (AUT) - 28 voti, 2%

    La Federazione di ginnastica danese si è detta orgogliosa che Rasmus sia stato prima nominato e poi abbia vinto il titolo di "Stella nascente 2017". La reazione di Rasmus la dice lunga sulla sua felicità: "Grazie mille! Significa tutto".

    Performance eccezionale dell'anno: 8921 voti
    1ª Eleftherios Petrounias (GRE) - 7798 voti, 87%
    2ª Samir Ait Said (FRA) - 371 voti, 4%
    3ª Sara Moreno e Vicente Lli (ESP) - 287 voti, 3%
    4ª Lina Sjoeberg (SWE) - 233 voti, 2%
    5ª Dina e Arina Averina (RUS) - 150 voti, 2%
    6ª Marina Chernova e Georgiy Pataraya (RUS) - 59 voti, 1%
    7ª Tatsiana Piatrenia (BLR) - 23 voti, 0%

    Il doppio vincitore Eleftherios Petrounias (GRE) - che a novembre dello scorso anno è stato ospite d'onore del Grand Prix di Ginnastica a Cagliari - si è detto molto soddisfatto delle sue vittorie e ha affermato: "Voglio rivolgere un ringraziamento speciale all'UEG per questa brillante idea degli European Gymnastics Awards e per avermi dato la possibilità di candidarmi in due diverse categorie. Questi premi sono qualcosa di cui ha bisogno il nostro grande sport, al fine di ottenere una maggiore visibilità internazionale. Desidero congratularmi con l'Olympiada Thrakomakedonon e con il resto dei vincitori, così come con tutti i candidati di ogni categoria. Grazie a tutti!"

    Congratulazioni ai vincitori! E anche agli altri candidati. Grazie a tutti i fan per il voto!

    Fonte UEG

  • Fiuggi, aggiornamento ufficiali di gara per ritmica e artistica femminile

    Si sono conclusi a Fiuggi i primi due seminari di aggiornamento per ufficiali di gara nazionali e internazionali, riservati alle sezioni ritmica e artistica femminile. Un intenso fine settimana che ha visto alternarsi al microfono dell’accogliente salone congressi dell’hotel Ambasciatori, di fronte a 251 partecipanti all’aggiornamento per i piccoli attrezzi, la neo direttrice tecnica nazionale Emanuela Maccarani, la referente nazionale di giuria Alexia Agnani e la componente del comitato tecnico FIG della ritmica Daniela Delle Chiaie, appena rientrata dalla riunione di Losanna, in Svizzera. I00, invece, gli ufficiali di gara della GAF riuniti alle Terme di Bonifacio e aggiornati dalla referente nazionale Gioconda Raguso e dalla presidente del comitato tecnico femminile della FIG Donatella Sacchi, reduce dalla riunione presieduta a Doha (Qatar). Nella giornata conclusiva è intervenuto il vicepresidente federale Rosario Pitton che ha portato il saluto del presidente Gherardo Tecchi. Fra due settimane sarà la volta dell’artistica maschile.    

  • Brescia – Sabato parte il Simposio di Artistica Femminile con la coreografa Debra Brown

    La Federazione Ginnastica d’Italia ha indetto per sabato 20 gennaio 2018, dalle ore 15.30 alle 18.00, presso l’Accademia Internazionale di Brescia, al palaAlgeco di via Petrarca 15, un Simposio di Artistica Femminile dal titolo “Possibilità espressive delle ginnaste negli esercizi a trave e corpo libero”. Il workshop tenuto dalla coreografa Debra Brown, professionista di fama internazionale e collaboratrice del Cirque du Soleil, è riservato ai tesserati della federginnastica al costo di 50 Euro ed è valido per tre ore di abilità esperienziali utili, a loro volta, per l’iter formativo dei quadri tecnici federali. Nella foto vediamo la tecnica canadese, che si tratterrà a Brescia per tutta la settimana, in compagnia del DTN Enrico Casella. Le domande di iscrizione dovranno essere inviate alla FGI all’indirizzo e-mail: info@federginnastica.it entro il 18 gennaio 2018 utilizzando il modulo pubblicato sul sito. In base alla data di ricevimento del modulo di iscrizione, la Federazione indicherà sul proprio portale l’elenco degli ammessi.

  • Asker 2018 – Due ori, un argento e un bronzo il bottino dell’Italbaby nelle finali di specialità

    Le azzurrine Talisa Torretti ed Eva Gherardi, dopo un bronzo e due ottime performance nel concorso generale di ieri, arricchiscono il loro primo bottino internazionale di questa stagione con due ori, un argento e un bronzo. La stellina della Fabriano vince il metallo più prezioso nella finale di specialità al nastro con il personale di 14.550. Inseguono la polacca Alicja Dobrolecka (pt. 13.850) e la bulgara Anna Kelman (pt. 13.600). La ginnasta allenata da Julieta Cantaluppi non smette di stupire e conquista il podio anche con il cerchio e con la palla salendo, rispettivamente, sul secondo (pt. 14.750) e terzo gradino (pt. 14.100) del podio. Con le clavette, invece, la giovane promessa dell’Armonia d’Abruzzo mette insieme 14.550 punti imponendo la propria supremazia sulla bulgara Tatiana Volozhania, argento con 13.900 e sulla polacca Alicja Dobrolecka, bronzo a quota 13.850.

  • Asker Cup 2018 – Talisa Torretti bronzo All around. Eva Gherardi quinta meraviglia. Ottima prova per la Cantatore

    Talisa Torretti, con il totale sui quattro attrezzi di 56.200 (CE 14.050 - PA 14.200 – CV 14.000 – NA 13.950), conquista il bronzo nell’all-around del primo evento internazionale 2018 ad Asker, in Norvegia. La stellina dei piccoli attrezzi – reduce da un argento continentale dell’Italbaby con le 10 clavette, vinto sulle rive del bel Danubio blu lo scorso anno -, allenata a Fabriano da Julieta Cantaluppi, finisce alle spalle delle due bulgare Elisabet Yovcheva, prima con 57.250 (CE 14.250 – PA 15.200 – CV 13.450 – NA 14.350) e Anna Kelman, argento con il complessivo di 56.450 (CE 14.700 – PA 13.800 – CV 14.500 – NA 13.450). Eva Gherardi, invece, termina il suo concorso generale in quinta posizione con 52.500 (CE 12.650 – PA 12.550 – CV 12.950 – NA 14.350). L’astro nascente dell’Armonia d’Abruzzo (che a ottobre aveva debuttato al Grand Prix di Brno, in Repubblica Ceca, ottenendo un 12° posto All-around e un 6° in finale alla palla), seguita a Chieti da Germana Germani, per poco più di un decimo e mezzo, non raggiunge i piedi del podio dove, invece, troviamo la norvegese Josephine Moller con il totale di 54.100. Anna Paola Cantatore (Iris Giovinazzo), l’ultima azzurrina convocata dalla neo Direttrice Tecnica Nazionale Emanuela Maccarani e accompagnata nella contea di Akershus da Marisa Stufano, termina la gara di oggi in 15ª posizione con 45.650 (CE 12.050 – PA 9.050 – CV 11.000 - NA 13.550) assicurandosi così un posto tra le migliori atlete del panorama internazionale già all’inizio della nuova stagione agonistica. Appuntamento a domani per le finali di specialità.

  • Roma - La SGT ritorna al futuro. Tecchi: "Palestra e museo, due patrimoni storici salvi grazie alla passione dei suoi dirigenti"

    Nel pomeriggio di oggi Il Presidente Federale Gherardo Tecchi ha ricevuto presso la sede nazionale di viale Tiziano, a Roma, il dr. Marco Fumaneri, Presidente della Società Ginnastica Triestina, accompagnato dal suo vice, Sergio Smaldone. I due dirigenti giuliani avevano già incontrato il numero uno della FGI, lo scorso 29 marzo, riferendogli delle condizioni di degrado dello storico impianto di via della Ginnastica 47, che mostrava ormai i segni del tempo. Ebbene, in questi mesi, grazie anche all’intervento di benefattori privati, la palestra della SGT è tornata agli antichi splendori, con la rinnovata ambizione di confermarsi un punto di riferimento ginnico non solo per il Friuli Venezia Giulia ma per tutto il nordest. “Queste cose non accadono per miracolo – ha dichiarato il cav. Tecchi, rallegrato per la bella notizia – ma sono il risultato dell’impegno e della caparbietà di chi, nelle cose che fa, ci mette il cuore. La Ginnastica Triestina ha un museo, inaugurato nel 1972, tra i più importanti del Paese, come forse soltanto la Reale Società Ginnastica di Torino può vantare. E ad un anno dalle celebrazioni per il 150° del nostro Ente non possiamo che rallegrarci se una polisportiva nata addirittura sei anni prima, nel 1863, si presenta all’appuntamento più bella, giovane e in forma che mai”.

  • Il giro del Mondo della Coppa FIG 2018 passa per Pesaro e Brescia

    Tra i tanti impegni che attendono i ginnasti in questo 2018 ci sono naturalmente anche le tappe del circuito della Coppa del Mondo, due delle quali si disputeranno in Italia. A Pesaro, dal 13 al 15 aprile, tornerà, per la decima volta consecutiva, la World Cup di Ritmica e sarà come rivivere il Mondiale del 2017, considerato che rivedremo in azione, più o meno, le stesse protagoniste, mentre a Brescia, nel fine settimana del 27 e 28 aprile, torneranno a volare i grandi interpreti del Trampolino Elastico. Ecco, di seguito, tutti gli appuntamenti della rassegna FIG, distinti per formula di gara e sezioni. Gli azzurri prenderanno parte soltanto ad alcuni di essi, sfruttando al massimo l’esperienza acquisita in campo internazionale, in preparazione per i Campionati d’Europa e del Mondo. Ricordiamo inoltre che dal 2019 le World Cup Series diventeranno qualificanti per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

    Artistic Gymnastics Individual All-around World Cup Series:

    • Chicago 03.03.2018
    • Stuttgart 17-18.03.2018
    • Birmingham 21-22.03.2018
    • Tokyo 14.04.2018

    Artistic Gymnastics Individual Apparatus World Cup Series:

    • Melbourne 24-25.02.2018
    • Baku 17-18.03.2018
    • Doha 23-24.03.2018
    • Cottbus 24-25.11.2018

    Artistic Gymnastics World Challenge Cup Series:

    • Osijek 26-27.05.2018
    • Koper 02-03.06.2018
    • Guimaraes 16-17.06.2018
    • Mersin 6-8.07.2018
    • Szombathely 22-23.09.2018
    • Paris 30.09.2018

    Rhythmic Gymnastics World Cup Series:

    • Sofia 01.04.2018
    • Pesaro 15.04.2018
    • Tashkent 22.04.2018
    • Baku 29.04.2018

    Rhythmic Gymnastics World Challenge Cup Series:

    • Guadalajara 06.05.2018
    • Portimao 13.05.2018
    • Berlin 27.05.2018
    • Minsk 19.08.2018
    • Kazan 26.08.2019

    Trampoline World Cup Series:

    • Brescia 28.04.2018
    • Maebashi 05.08.2018
    • Arosa 6-7.07.2018
    • Loulè 06.10.2018
  • Accadde ieri: ecco il 2017 degli "altri" sport.

    A parte le discipline ginniche, di cui abbiamo diffusamente parlato nei precedenti articoli riassuntivi della passata stagione, sono state tantissime le emozioni - spesso positive, a volte negative – che, nell’anno da poco conclusosi, ci ha regalato lo sport azzurro, e non solo. Prima di voltare definitivamente pagina e di concentrarci sulla cronaca dei nuovi eventi, ci piace ricordare ancora una volta, mese per mese, i principali accadimenti agonistici che hanno caratterizzato il 2017, a cominciare dalla mancata qualificazione dell'Italia ai Mondiali di calcio del 2018, il ritiro di Francesco Totti, l'esordio della Var, l'oro mondiale nei 200 di Federica Pellegrini. Senza dimenticare gli ori di Paltrinieri e Detti ai Mondiali di nuoto, il sesto scudetto della Juventus e la finale di Champions League persa a Cardiff contro il Real Madrid. In chiave internazionale poi c’è l'uscita di scena di Usain Bolt che cede a Gatlin lo scettro dei 100 ai Mondiali, gli ultimi della sua carriera, ma anche il quarto titolo iridato di Lewis Hamilton nella F.1 e di Marc Marquez nelle moto. Ecco i 365 giorni ormai alle nostre spalle. Da qui ricominciamo…

    GENNAIO

    Gennaio rimarrà nella storia come il 'ritorno al futuro' del tennis: agli Australian Open dominano infatti gli evergreen, con Federer che batte Nadal in finale tra gli uomini e Serena Williams che si impone sulla sorella Venus tra le donne. ItalSci sempre più convincente in vista dei Mondiali: Moelgg vince lo slalom di Zagabria, Paris si impone nella discesa di Kitzbuehel, Brignone il gigante di Plan de Corones (podi per Goggia, Fill, Innerhofer e Gross). Pellegrino torna il 'signore della sprint' a Falun. Prosegue la 'campagna azzurra' in Coppa del Mondo di scherma: il 'Dream Team' di fioretto femminile vince la tappa di Algeri (Errigo e Volpi sul podio nell'individuale), Avola terzo a Parigi, Vecchi e Criscio di bronzo a New York. Civitanova vince la Coppa Italia di volley maschile, la stagione del grande ciclismo riparte nel segno di Porte, primo al Tour Down Under, e Mollema, trionfatore a San Juan. Agli Europei di pattinaggio figura, argento nella danza per Lanotte-Cappellini e bronzo nell'individuale per Kostner. Fontana si laurea a Torino campionessa europea nello short track per la sesta volta. In Formula 1, la Mercedes affianca Bottas a Hamilton. Proseguono infine le assemblee elettive delle federazioni: Di Rocco resta presidente del ciclismo, Di Paola è il nuovo numero uno della Fise.

    FEBBRAIO

    C'e' finalmente l'ok del Comune per il nuovo stadio della Roma. Il Leicester dà il benservito a Ranieri. Le azzurre della Fed Cup di Garbin si arrendono 3-2 alla Slovacchia: per evitare la 'Serie C' dovranno vedersela con Taipei. Lorenzi sconfitto in finale a Quito, Vinci si ferma nei quarti a San Pietroburgo. Ai Mondiali di sci, Goggia conquista il bronzo nel gigante femminile; l'azzurra si ripete in Coppa del Mondo nel superG di Cortina, mentre Brignone si aggiudica la combinata di Crans Montana sulla stessa pista che vede Elena Curtoni seconda in superG. Ai Mondiali di fondo, Pellegrino è iridato nella sprint tl, il team è argento nella sprint tc. Ai Mondiali di biathlon, Runggaldier vince il bronzo nell'individuale femminile. Altre soddisfazioni per gli azzurri della scherma in Coppa del Mondo: il Dream Team di fioretto femminile trionfa a Danzica, gli sciabolatori chiudono secondi a Padova. Nel ciclismo, Kittel vince per il secondo anno di fila il Dubai Tour, Ulissi conquista il Gp Donoratico, Quintana la Vuelta Valenciana, Felline il Trofeo Laigueglia; a Hermans il Tour of Oman, a Valverde la Vuelta Andalucia, a Rui Costa l'Abu Dhabi Tour. Subito tre sconfitte per l'Italrugby nel Sei Nazionin 2017, contro Galles, Irlanda ed Inghilterra.

    MARZO

    Tevecchio confermato alla presidenza della Federcalcio. Zamparini lascia il Palermo: Baccaglini nuovo presidente. Al via la nuova stagione dei motori. Goggia rompe il ghiaccio in Coppa del Mondo di sci alpino, vincendo discesa e superG sul tracciato coreano di Jeongseon. Classifiche finali a Hirscher e Shiffrin, Fill si aggiudica per il secondo anno di fila la Coppetta di discesa (e Fill vince la libera nelle finali di Aspen). Brignone, Goggia e Bassino è l'ordine d'arrivo dell'ultimo gigante ad Aspen. Nel tennis, Fognini eliminato nei quarti a San Paolo ed in semifinale a Miami. Federer e Vesnina conquistano il titolo a Indian Wells. Conegliano vince la Final Four di Coppa Italia femminile di volley. Nel ciclismo Kwiatkowski fa il bis sulle Strade Bianche e batte Sagan in volata alla Milano-Sanremo. Van Avermaet si aggiudica la Gand-Wevelgem. Donato conquista l'argento nel salto triplo agli Europei indoor di Belgrado.

    APRILE

    L'Italtennis di Barazzutti esce sconfitta dal quarto di finale di Coppa Davis: il Belgio vince 3-2. Le azzurre della Fed Cup restano in 'B' superando Taipei nel play-off. Schiavone trionfa nel Wta di Bogota', Nadal mette a segno la 'decima' a Montecarlo e Barcellona. Tragedia nel mondo del ciclismo: muore in un incidente stradale, mentre si sta allenando, il campione marchigiano Scarponi. Belgi protagonisti nelle classiche monumento: Gilbert vince il Giro delle Fiandre e la Freccia Vallone, Van Avermaet trionfa alla Parigi-Roubaix. Valverde si aggiudica Freccia Vallone e Liegi-Bastogne-Liegi. A Porte il Giro di Romandia. Nel volley, delusione per Busto e Trento, che perdono la finale di Cev Cup battute, rispettivamente, da Dinamo Mosca e Tours. Brava invece Civitanova, che batte Perugia nella semifinale tutta italiane e approda alla finale della Final Four di Champions League, sconfitta dalla 'corazzata' Kazan. Le fiorettiste azzurre vincono ancora in Coppa del Mondo a Tauber, Zanni conquista l'argento nello strappo col record agli Europei di sollevamento pesi.

    MAGGIO

    Juventus nella leggenda. I bianconeri, dopo aver sconfitto la Lazio nella finale di Tim Cup, si aggiudicano a Crotone il sesto scudetto consecutivo. Il Chelsea di Conte vince la Premier League, il Bayern Monaco di Ancelotti la Bundesliga. Lutto per la morte dell'ex iridato Hayden. L'olandese Dumoulin vince il Giro d'Italia del Centenario; sul podio di Milano anche Quintana e Nibali, unico azzurro a vincere una tappa (Bormio). Nel volley, la Cucine Lube Civitanova si laurea campione d'Italia battendo nella serie di finale la Diatec Trentino. Tra le donne trionfa Novara. Il Fenerbahce di Datome regala la prima Eurolega di basket ad una squadra turca. Nel tennis, Schiavone sconfitta in finale a Rabat, A. Zverev e Svitolina vincono gli Internazionali d'Italia. Dodicesimo scudetto di fila, nella pallanuoto, per la Pro Recco, Calvisano vince il tricolore nel rugby. Italscherma sempre super in Coppa del Mondo: tra i tanti successi quello di Daniele Garozzo a San Pietroburgo.

    GIUGNO

    La Nazionale tedesca ha vinto gli Europei under 21, battendo in finale la superfavorita Spagna. Il Benevento ha conquistato una storica promozione in serie A con Spal e Verona, Messi si e' sposato, Cristiano Ronaldo è diventato padre di due gemelli e, dopo diversi problemi col fisco iberico, ha deciso di restare al Real. Proprio CR7 e i 'blancos' hanno aperto il mese battendo, a Cardiff, nella finale di Champions, la Juve (4-1). Nel ciclismo Aru diventa campione d'Italia e si prepara a sfidare al Tour Froome (a caccia del poker). Nel tennis Nadal vince il suo decimo Roland Garros. l'Italia della scherma ha realizzato il record di medaglie in un Europeo: 11 totali, ovvero 4 ori, 3 argenti e 4 bronzi. Infine, nel basket, le donne azzurre chiudono al settimo posto gli Europei, sfiorando la qualificazione ai prossimi campionati iridati.

    LUGLIO

    Luglio è stato un mese trionfale per i colori azzurri ma anche per le Rosse e per alcuni 'big' internazionali, come Federer e Froome. Dai Mondiali di nuoto sono arrivate per l'Italia sei medaglie, delle quali tre ori. Su tutte quella vinta da Federica Pellegrini, tornata sulla vetta dei 'suoi' 200 stile libero. A imitare la 'Divina' Gregorio Paltrinieri, oro nei 1500, e Gabriele Detti, vincitore negli 800. Pioggia di successi anche per l'Italscherma, che ottiene nei Mondiali ben 9 medaglie, chiudendo in testa al medagliere. A brillare, in particolare, i 4 ori, firmati da Paolo Pizzo nella spada, dal fioretto uomini e donne a squadre e dalla sciabola donne a squadre. Nel tennis Re Roger Federer ha conquistato il suo ottavo Wimbledon (nessuno come lui), mentre Fabio Fognini e' tornato al successo nel circuito Atp sui campi di Gstaad. Nel ciclismo Chris Froome ha trionfato al Tour de France per la quarta volta in carriera. Nel calcio la Germania ha vinto la Confederation Cup. Si preparano, infine, i Mondiali di atletica, con l'addio di Bolt, gli Europei di basket, con l'Italia che perde Gallinari, e gli Europei di volley, con gli azzurri privi di Ivan Zaytsev per problemi di 'calzature'.

    AGOSTO

    Al via il primo campionato con la Var e fioccano subito le polemiche, la Lazio batte la Juventus e si aggiudica la Supercoppa Italiana. Quella Europea, invece, va al Real Madrid, che supera 2-1 il Manchester United. Morto l'ex campione Angel Nieto. Incidente in allenamento per Rossi: frattura di tibia e perone. Male l'Italia dell'atletica ai Mondiali di Londra, dove Bolt saluta infortunandosi durante la staffetta: l'unico podio è della Palmisano, bronzo nella 20 Km di marcia. Figuraccia anche dell'Italvolley, che perde 3-0 dal Belgio nei quarti e viene eliminata dagli Europei. Nel ciclismo, Viviani e Bronzini vincono il bronzo, con il veronese che vive un gran momento trionfando anche ad Amburgo e Plouy. Nel tennis, stop in semifinale per Fognini a Kitzbuehel, A. Zverev trionfa a Washington e Montreal, Dimitrov e Muguruza fanno festa a Cincinnati. L'Itf squalifica Errani per due mesi per doping, dopo tre anni Nadal scalza Murray in testa al ranking Atp. Chamizo vince l'oro nei Mondiali di lotta, categoria 70 Kg, Nicolai-Lupo si confermano campione europei del beach volley. Argento mondiale, nel judo, per Marconcini. L'Italia, infine, chiude con un bottino di 32 medaglie le Universiadi di Taipei.

    SETTEMBRE

    Italia umiliata per 3-0 dalla Spagna al 'Barnabeu', addio al primo posto nel girone e alla qualificazione diretta ai Mondiali di Russia2018. Dopo il Tour, Froome conquista anche la Vuelta, realizzando una storica doppietta. Nibali chiude secondo con un successo di tappa, Trentin fa addirittura poker, Villella porta a casa la maglia a pois di miglior scalatore. Contador saluta l’attività agonistica, Sagan vince a Bergen il suo terzo mondiale su strada di fila, l'Italbici chiude seconda nel medagliere con nove podi. La Slovenia si aggiudica gli Europei di basket battendo in finale la Serbia, che ai quarti aveva eliminato l'Italia. Milano e Schio conquistano la Supercoppa italiana. La Russia batte la Germania di Giani e vince gli Europei di volley in Polonia. L'Italia esce nei quarti battuta dal Belgio. Parziale riscatto azzurro alla Grand Champions Cup, chiusa al secondo posto alle spalle del Brasile. Fognini insulta un arbitro: espulso con super multa dagli Us Open. Titoli a Nadal e Stephens, Muguruza nuova numero 1 Wta. Il ligure arriva poi in finale a San Pietroburgo. Grande Italia ai Mondiali di tiro a volo a Mosca: Rossi e Resca conquistano l'oro nel trap, Rossetti nello skeet. Nono titolo mondiale nel motocross per Cairoli.

    OTTOBRE

    Per la quarta volta in carriera, Hamilton vince il Mondiale di F1, eguagliando Vettel e Prost. Il britannico della Mercedes, battuto da Verstappen in Malesia, conquista il titolo iridato vincendo in Giappone e Stati Uniti e chiudendo nono in Messico (successo ancora di Verstappen). Morbidelli e' campione nella Moto2. Per la seconda volta in carriera Nibali vince 'Il Lombardia', l'ultima classica monumento della stagione. Ulissi si aggiudica la classifica del Giro di Turchia. Nel tennis, Nadal re a Pechino, Goffin trionfa a Tokyo, Federer vince a Shanghai e Basilea. Fognini giunge sino alle semifinali a Stoccolma. Halep nuova numero uno Wta, Wozniacki si aggiudica le Wta Finals di Singapore. Inizia la Coppa del Mondo di scherma con l'Italia subito protagonista: poker di vittorie per la spadista Navarria a Tallinn, Volpi seconda ed Arrigo terza in Messico, con la squadra di fioretto d'argento. L'Italia del canottaggio torna dal Mondiale di Sarasota con nove medaglie. Fontana portabandiera azzurra ai Giochi Invernali di PyeongChang2018. Morto Biscardi, l'inventore del 'Processo del Lunedi''.

    NOVEMBRE

    Flop della Nazionale di calcio, che non supera la Svezia nel doppio confronto del play-off e fallisce la qualificazione ai Mondiali di Russia2018. Esonerato il ct Ventura, si dimette tra le polemiche il presidente della Figc Tavecchio. Marquez si laurea campione del mondo nella motoGp a Valencia piazzandosi terzo, alle spalle di Pedrosa e Zarco; Dovizioso, che lottava per il titolo con lo spagnolo, e' costretto al ritiro. L'Italbasket comincia alla grande le qualificazioni per i prossimi Mondiali, superando di seguito Romania e Croazia. Argentina, Giappone e Belgio saranno le avversarie degli azzurri del volley nella prima fase del Mondiale 2018 di Italia e Bulgaria. Nel tennis, Sock vince a Parigi-Bercy, Dimitrov fa sue le Atp Finals. Fed Cup agli Stati Uniti, Coppa Davis alla Francia. Nei tre test match di novembre, l'Italia del rugby batte le Figi e perde contro Argentina e Sudafrica. Proseguono i successi dell'Italscherma in Coppa del Mondo: tra i tanti podi conseguiti spicca l'oro del 'Dream Team' del fioretto femminile a Saint Maur e il trionfo delle sciabolatrici in Belgio. Bebe Vio star dei Mondiali paralimpici di scherma, con l'Italia che chiude l'edizione romana con undici medaglie (5 ori, 3 argenti e 3 bronzi). In Coppa del mondo di sci, Moelgg terza nel gigante di Rebensburg, mentre Fischnaller trionfa nello slittino a Winterberg. Grande argento per la staffetta azzurra mista del biathlon a Ostersund. Presentato, infine, il Giro d'Italia 2018.

    DICEMBRE

    Ronaldo vince il Pallone d'Oro per la quinta volta, per la sesta nella sua storia il Real Madrid vince il Mondiale per club. All'Olimpico di Roma la partita inaugurale degli Europei del 2020. Italnuoto super agli Europei in vasca corta di Copenaghen. Gli azzurri concludono con 18 medaglie - 5 ori individuali di Scozzoli nei 50 rana, Rivolta nei 100 farfalla, Dotto nei 100 stile libero, Orsi nei 100 misti e Sabbioni nei 50 dorso, 7 argenti e 5 bronzi - 42 primati personali, tra cui un record europeo e 12 primati italiani e vince per la seconda volta il Len Trophy. Magnini annuncia l'addio all’attività agonistica. Mondiale per club di volley stregato per la Lube Civitanova, che perde 3-0 la finale contro Kazan. Choc nel ciclismo: Froome positivo al salbutamolo dopo un controllo all'ultima Vuelta. Italsci da sogno in Coppa del Mondo: a Bormio, Paris vince la discesa, Fill e' secondo in combinata. Brignone torna al successo nel gigante di Linz, Goggia e' seconda e terza nei due superG di Val d'Isere, Moelgg e' terza nel gigante di Corchevel; nel fondo, Pellegrino è due volte secondo nella sprint. Nello snowboard, dominio azzurro a Cervinia con Moioli-Visentin. Proseguono i successi dell'Italscherma in Coppa del mondo: Navarria è seconda nella spada a Doha, Errigo è seconda a Cancun nella sciabola. Dopo 32 anni un italiano sale sul podio ai Mondiali di pesistica grazie a Pizzolato, bronzo negli 85 Kg. Mattarella, infine, consegna il tricolore a Fontana e Planker in vista dei Giochi Invernali di Pyeongchang, dai quali viene esclusa dal Cio la Russia per il 'doping di stato'.

  • CeDiR - Attività formativa nazionale e calendario 2018

    Pubblichiamo di seguito il Calendario 2018 delle iniziative formative nazionali per aspiranti Tecnici Federali e aspiranti Tecnici Nazionali, valide anche per la conferma dell’Abilitazione. In allegato anche una tabella riassuntiva delle attività di interesse per tutti i Tecnici, contenente indicazioni sulla partecipazione ai Moduli didattici, ai Master nazionali e regionali, alle Abilità esperienziali, all’Abilitazione. I documenti sono consultabili anche in CeDiR > Disposizioni e modulistica.

    {phocadownload view=file|id=1644|target=t}

    {phocadownload view=file|id=1645|target=t}

  • la Ritmica inaugura il 2018 con l’Asker Cup!

    La Ritmica riapre i battenti, dal 12 al 14 gennaio, con il primo evento internazionale della stagione, la Asker Cup 2018, gara juniores riservata alle individualiste e ai gruppi d’insieme in scena nell’omonima cittadina della Norvegia. Convocate a rappresentare l’Italia dalla neo Direttrice Tecnica Nazionale, Emanuela Maccarani, ci saranno Paola Cantatore (Iris Giovinazzo) e Talisa Torretti (Fabriano)– reduci, con la squadretta azzurra, dall’argento continentale conquistato con le 10 clavette sulle rive del bel Danubio blu – insieme con Eva Gherardi (Armonia d’Abruzzo) che a ottobre aveva debuttato al Grand Prix di Brno, in Repubblica Ceca, ottenendo un 12° posto All-around e un 6° in finale alla palla. Completano la delegazione le coach Julieta Cantaluppi, Marisa Stufano e Germana Germani. 

| Data di pubblicazione:Wed, 17 Jan 2018 12:12:50 +0100
Torna alla lista di newsfeed

A.S.D. Melos Via M. Santucci, 126 Perugia, Umbria, Italia
Tel: 340-5535478 - 320-0110871
Email: asdmelos@libero.it; info@asdmelos.it
C.F.: 94124080543 REGISTRO NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI E SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE N.134720 affiliata a Organizzazione per l'Educazione allo Sport (OPES) numero/codice 883