CONI

News

  • Parte la Coppa del Mondo, 15 azzurri in gara a Igls

    FischnallerCon la Nations Cup di venerdì 22 novembre di scena a Igls (Aut) partirà ufficialmente la Coppa del mondo 2019/2020 di slittino pista artificiale. A guidare la truppa azzurra sarà l'esperto Dominik Fischnaller, capace di chiudere al quinto posto nella classifica generale dell'ultima Cdm. Con il 26enne carabiniere, gareggeranno anche i seguenti atleti italiani convocati dal direttore tecnico Armin Zoeggeler: Patrick Rastner, Fabian Malleier, Ludwig Rieder, Ivan Nagler, Andrea Votter, Kevin Fischnaller, Lukas Gufler, Alex Gufler, Marion Oberhofer, Verena Hofer, Leon Felderer, Katharina Putzer, Nina Zoggeler e Nadia Falkensteiner.


    La Nations Cup completerà come di consueto il quadro dei partecipanti alle gare del fine settimana: sabato 23 novembre, alle ore 10,20 e alle ore 11,45 sono previste rispettivamente la prima e la seconda manche del singolo femminile. Ma non è tutto: sempre sabato si disputerà anche il doppio maschile (primo run alle 13.10, il secondo alle ore 14,30). La tappa si concluderà con il singolo maschile (prima manche alle ore 10, seconda alle 11,40) e la staffetta a squadre con il via alle 13,45. Prevista una diretta streaming su www.fil-luge.org e diretta televisiva su Eurosport.


    La pista di Igls ha spesso regalato soddisfazioni agli slittinisti italiani: nell'ultima stagione Dominik Fischannler ha centrato il secondo posto finale e nel 2015 era riuscito a fare ancora meglio conquistando la vittoria. Indimenticabili anche i tre primi posti ottenuti da Armin Zoeggeler nel 2006, 2007 e nel 2009 nel singolo. Nel doppio l'Italia non è stata da meno con la coppia Plankensteiner/Haselrieder, capace di vincere nel 2008 e con lo storico duo Raffl/Huber Nobert, che può vantare ben 6 trionfi (1985, 1989, 1990, 1991, 1992, 1993). Tre invece le donne azzurre che si sono distinte a Igls nel corso della storia nella prova individuale: Monika Auer( vittoriosa nel 1980), Maria Luise Rainer, sul gradino più alto nel podio nel 1982 e 1988 ed infine Gerda Weissensteiner, prima nel 1991.

  • La finlandese Sari Essayah a capo della Commissione di Coordinamento del CIO

    Sari EssayhIl Comitato Olimpico Internazionale ha annunciato oggi la composizione della Commissione di Coordinamento di Milano Cortina 2026. Per guidarla il Presidente del CIO, Thomas Bach, ha scelto, la finlandese Sari Essayah, ex iridata di marcia. La notizia è stata accolta con grande entusiasmo dal Presidente del CONI e membro CIO, Giovanni Malagò.

     

    “La scelta di Sari Essayah è un’ottima notizia per Milano Cortina – ha commentato Malagò -. Si tratta di una persona che ha maturato esperienze importanti da atleta, da dirigente e da politica, oltre a provenire da un paese come la Finlandia che vanta un’importante tradizione negli sport invernali. Io la conosco bene e sono contento di poter lavorare al suo fianco, come del resto già accade da un anno quando insieme siamo stati inseriti nella Commissione di Coordinamento dei Giochi di Los Angeles 2028”.

     

    Nata ad Haukivuori 52 anni fa, Essayah ha esordito a livello internazionale partecipando ai Mondiali di Atletica di Roma nel 1987 (19^), poi ha vinto l’oro nella 10 km. di marcia ai Mondiali di Stoccarda del 1993 e agli Europei di Helsinki nel 1995. Dopo aver chiuso la carriera da atleta ad Atlanta 1996, ha iniziato quella di dirigente entrando subito nel Comitato di Marcia della IAAF e parallelamente quella politica, venendo eletta prima nel Parlamento finnico (2003) e poi nell’Europarlamento (2009). Attualmente è la segretaria del Partito dei Democratici Cristiani Finlandesi.

     

    Sari essayah1“È un piacere e un privilegio poter lavorare con un gruppo di persone così talentuoso – ha dichiarato Essayah -. Non vediamo l'ora di utilizzare la nostra esperienza nell'aiutare gli organizzatori dei Giochi Olimpici Invernali di Milano Cortina 2026 a raggiungere i loro obiettivi di sviluppo sostenibile e di una società più attiva. Sappiamo che c'è un grande sostegno da parte della popolazione italiana e questa energia motiverà tutti noi”.

     

    Il Presidente del CIO, Bach, ha aggiunto: “Il progetto di Milano Cortina è completamente in linea con l'agenda olimpica 2020 e la sua visione di giochi sostenibili che sfruttano le strutture e le competenze esistenti. Questa Commissione di coordinamento, sotto la guida di Sari Essayah, possiede la necessaria combinazione di conoscenze e abilità per collaborare con gli organizzatori nello sbloccare il pieno potenziale di questo progetto. Lavoreranno fianco a fianco per un'esperienza indimenticabile per atleti e tifosi e un'eredità indelebile positiva per l’Italia".

     

    La Commissione di Coordinamento è formata da 10 persone. Oltre alla Essayah, ci sono sei membri del CIO, il portoricano Richard Carrion, la canadese Tricia Smith, il ceco Jiri Kejval, la lituana Daina Gudzineviciute, il coreano Kee Heung Lee e l’americana Kikkan Rendall (quest’ultima in quota atleti). A rappresentare le federazioni internazionali invernali ci sarà l’olandese Jan Dijkema (Presidente dell’Isu), per i Comitati Olimpici, lo spagnolo Alejandro Blanco, e per il Comitato Internazionale Paralimpico l’americana Marianna Davis. La Essayah farà il suo esordio a Milano il 10 e l’11 dicembre prossimi in occasione dell’Orientation Seminar, organizzato dal CIO per dare il lancio in Italia all’avventura di Milano Cortina. Saranno due giorni di lavori e dibattiti, con gli interventi dei principali stakeholder del progetto, nonché di atleti e tecnici di caratura internazionale. Il Seminario si svolgerà all’Auditorium Giorgio Gaber, a partire dalle 9 del 10 dicembre.

  • Coppa del Mondo: Gigi Samele (sciabola) 2° sulle pedane de Il Cairo

    Gigi Samele cairo 2019Esattamente un anno dopo Algeri, Gigi Samele torna sul podio di Coppa del Mondo. Sono le pedane de Il Cairo a vedere lo sciabolatore pugliese conquistare il secondo posto, distaccato di una sola stoccata dal successo finale. A vincere, per 15-14, è stato il francese Vincent Anstett: l'unico capace di interrompere il percorso del 32enne foggiano (foto Bizzi) che ha battuto all'esordio il sudcoreano Jaeseung Jung (15-4) e il cinese Xu Yingming, prima dei derby azzurri contro Luca Curatoli, superato agli ottavi per 15-9 e Gabriele Foschini, sconfitto ai quarti per 15-11. In semifinale, poi, è arrivata la vittoria netta con il punteggio di 15-8 contro il tunisino Fares Ferjani.

    L'ItalSciabola può esprimere soddisfazione per la prestazione corale di una squadra che, oltre al secondo posto del foggiano, può vantare anche altri due atleti tra i primi otto della classifica finale: Foschini, superato da Samele nel derby, e Riccardo Nuccio, sconfitto 15-10 da Ferjani.

    Domani è in programma la gara a squadre. Il CT Giovanni Sirovich conferma il quartetto azzurro composto da Gigi Samele, Luca Curatoli, Enrico Berrè ed Aldo Montano.

     

  • Malagò incontra con Petrucci la Nazionale femminile e le ragazze dell'High School BasketLab

    cer 9599Il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, insieme al Presidente della FIP, Giovanni Petrucci, ha incontrato oggi la Nazionale Femminile nel Centro Sportivo dell'Acqua Acetosa, alla presenza anche delle ragazze del progetto High School BasketLab.



    Il Presidente Petrucci ha preso la parola per primo. "Sono molto contento che il presidente Malagò vi abbia voluto incontrare oggi. Nei mesi scorsi è stato scritto e detto che tra me e lui ci sono stati problemi di rapporto, in realtà sono un amico della famiglia Malagò da 35 anni e la sua è una famiglia da sempre molto vicina alla pallacanestro. Ieri con la Repubblica Ceca non è andata bene ma abbiamo perso solo la prima partita e avremo tempo per riflettere sugli errori commessi, la qualificazione è ancora ampiamente alla nostra portata. Voglio salutare Martina Crippa, che ieri si è infortunata gravemente al ginocchio. Sono contento che a questo incontro partecipino anche le ragazze di High School BasketLab, sappiamo che a livello Giovanile Femminile siamo primi in Europa e semmai dobbiamo interrogarci sui motivi per i quali a livello Senior non sappiamo più ottenere risultati".


    Il Presidente del CONI ha salutato le Azzurre ricordando la propria straordinaria passione per la pallacanestro. "Sono innamorato da sempre di tutti gli sport ma al basket mi lega un amore speciale, che ho iniziato a coltivare prima al liceo De Merode di Roma e poi anche nella carriera di dirigente sportivo che mi ha portato anche a diventare presidente della Virtus Roma. Tra me e Gianni Petrucci c'è un rapporto di amicizia sincero, questa mattina mi ha telefonato e insieme abbiamo analizzato la vostra sconfitta di ieri. So che avete grande potenzialità, so che a livello giovanile il materiale e il talento non mancano, insomma non vi manca nulla per puntare in alto. Dovete andare a Parigi 2024, perché il basket Femminile manca da troppo tempo dalle Olimpiadi. Dopo la partita di domenica in Danimarca so che per un anno non avrete partite ufficiali: ecco, prendiamoci questo periodo per investire in idee, progetti, per seminare qualcosa che raccoglieremo più avanti. Proviamo a costruire insieme una nuova progettualità, intanto un ringraziamento sincero a voi e alla Federazione per questo incontro". (Foto FIP)

  • Scelte le 4 sedi per i tornei preolimpici maschili: l'Italia si giocherà Tokyo 2020 dal 23 al 28 giugno

    Gall1 crVictoria (Canada), Spalato (Croazia), Kaunas (Lituania) e Belgrado (Serbia). Sono queste le quattro sedi scelte da FIBA per ospitare i Tornei Pre-Olimpici maschili di pallacanestro per Tokyo 2020.


    Dal 23 al 28 giugno 2020, l’Italia, insieme alle altre 23 Nazionali qualificate per il Pre-Olimpico (16 dalla classifica del Mondiale 2019 più 2 per Regioni FIBA inserite in base al ranking) si giocherà dunque il pass per Tokyo 2020. Già qualificate il Giappone quale Paese ospitante, la Spagna, l’Argentina, la Francia, l’Australia, gli Stati Uniti, la Nigeria e l’Iran.


    Le 24 Nazionali saranno divise in quattro Tornei da sei formazioni ciascuno. In ogni torneo, le squadre verranno divise in due gironcini da tre squadre ciascuno con gare di sola andata. Le prime due classificate per ogni gironcino disputeranno le Semifinali e la Finale. La vincitrice di ogni Torneo staccherà il pass per l’Olimpiade di Tokyo 2020.


    Nella stessa comunicazione FIBA ha reso note anche le località dei Tornei Pre-Olimpici femminili, ai quali la Nazionale femminile non si è qualificata.


    Il sorteggio per la composizione dei Gironi si svolgerà il prossimo 27 novembre presso la Patrick Baumann House of Basketball di Mies (Svizzera) e sarà trasmessa in live streaming sul canale YouTube FIBA e su Facebook FIBA.



    Le squadre che disputeranno i 4 Tornei Pre Olimpici maschili

    Europa
    Serbia
    Repubblica Ceca
    Polonia
    Lituania
    Italia
    Grecia
    Russia
    Germania
    Turchia
    Slovenia*
    Croazia*

    America
    Brasile
    Venezuela
    Portorico
    Repubblica Dominicana
    Canada
    Messico*
    Uruguay*

    Africa
    Tunisia
    Angola*
    Senegal*

    Asia-Oceania
    Nuova Zelanda
    Cina*
    Corea del Sud*

    *Qualificate via FIBA ranking

    Le squadre già qualificate ai Giochi di Tokyo 2020

    Giappone (Paese ospitante)
    Spagna
    Argentina
    Francia
    Australia
    Stati Uniti
    Nigeria
    Iran
     
  • Al via la Coppa del Mondo, 8 azzurri in gara a Minsk

    lollobrigidaInizia domani a Minsk, in Bielorussia, la prima tappa stagionale di Coppa del Mondo di pattinaggio pista lunga con la Nazionale italiana del d.t. Maurizio Marchetto pronta a giocare le proprie carte nell’appuntamento d’esordio di questa annata. Otto gli atleti convocati per questo week-end di gare: Francesca Lollobrigida (Aeronautica Militare), Noemi Bonazza (Fiamme Oro), Andrea Giovannini (Fiamme Gialle), Davide Ghiotto (Fiamme Gialle), Nicola Tumolero (Fiamme Oro), Michele Malfatti (S.C. Pergine), Mirko Giacomo Nenzi (Fiamme Gialle) e Alessio Trentini (V.G. Pergine).

     

    L’Italia punta forte sulle Mass Start e cerca buoni riscontri anche dalle lunghe distanze al termine di una intensa preparazione chiamata ora a dare i suoi frutti. Lollobrigida e Giovannini rappresentano le punte di diamante di una squadra che presenta altre buone individualità e intenzionata a crescere nel corso della stagione. Lollobrigida, oltre alla Mass Start – la specialità che preferisce-, si cimenterà sui 1500 e sui 3000, lei che lo scorso anno ha dato prova di riuscire ad essere altamente competitiva anche nelle gare classiche. Stesse distanze anche per Bonazza, unica atleta femminile della squadra tricolore oltre alla romana. Al maschile il secondo uomo a gareggiare nella Mass Start dopo Giovannini sarà Malfatti, nel ruolo di spalla che Marchetto sta cercando di cucirgli addosso. Poi molta attenzione ai 5000 metri con il bronzo olimpico di Pyeongchang Nicola Tumolero, il primatista italiano sui 10.000 Davide Ghiotto e ancora Malfatti e Giovannini tutti ai nastri di partenza. Nenzi gareggerà poi sui 500 mentre Trentini completerà il quadro prendendo il via sui 1000 e i 1500.

     

    E’ un’annata particolare che porta con se tanti temi – le parole del d.t. azzurro Marchetto -. Non possiamo aspettarci troppo da Tumolero che rientra da un lungo infortunio e che per riprendere le posizioni di testa e il ritmo che aveva necessiterà inevitabilmente di tempo. Malfatti è in crescita e voglio provarlo nella Mass Start dove puntiamo molto su Giovannini. Certo, questa è una competizione in cui la concorrenza si infoltisce ogni anno e sarà dunque difficile mantenere una competitività sempre altissima. Bonazza e Lollobrigida si sono allenate non sempre in raduno con la squadra e potrò dunque capire solo dopo questo week-end il valore dei buoni riscontri messi in mostra nelle prime uscite stagionali. Ghiotto è uno specialista dei 10.000 ma ci aspettiamo possa far bene anche sui 5000; abbiamo poi deciso di mandare Betti questo fine settimana a gareggiare con Junior e NeoSenior in modo che possa fare rodaggio e tornare poi con i Senior dalla prossima tappa in Polonia”.

  • I Direttori Tecnici in visita alla Waseda University che sarà il campus preolimpico

    IMG 20191114 WA0002Terzo e ultimo giorno di visite per la missione italiana a Tokyo in vista delle Olimpiadi 2020. Oggi la delegazione azzurra si è spostata a Tokorozawa a circa 80 km da Tokyo per visitare le strutture della Waseda University che è stata scelta quale campus preolimpico per l’Italia. La Waseda è una delle principali università nipponiche tanto è vero che in questo ateneo si sono laureati 9 Primi Ministri del Giappone e 53 leader delle più grandi multinazionali del mondo.


    IMG 20191114 WA0000Ad accogliere i Direttori Tecnici, accompagnati da Anna Riccardi, oltre ai funzionari dell’Università, si è mobilitato addirittura il Sindaco della Città, Masuto Fujimoto, che ha rivolto il suo iniziale benvenuto in lingua italiana.



    20191114 073517Giudizi positivi sono stati espressi dai Tecnici sulle opportunità sportive che offre l’Università, tra cui un super attrezzato campo di atletica, una piscina olimpica, due palestre di cui una di oltre 1.000 metri quadrati e una sala pesi all’avanguardia.


    IMG 20191114 WA0008La foresteria che ospiterà in esclusiva l’Italia è in costruzione e comprenderà 102 camere singole tutte dotate di bagno. Le cucine saranno totalmente a disposizione dei cuochi dedicati alla squadra olimpica.



    Atletica, nuoto, scherma e golf sono già sicuri di svolgere l’ambientamento preolimpico alla Waseda University. Anche Lotta e Pugilato stanno valutando questa opportunità.



    IMG 20191114 WA0011A conclusione della visita, il gruppo in serata è rientrato a Tokyo da dove domani mattina volerà in Italia. La missione dei Direttori Tecnici è stata positiva. Tutti hanno avuto le informazioni necessarie per mettere le atlete e gli atleti azzurri nelle migliori condizioni per gareggiare ai Giochi Olimpici dell’estate prossima in Giappone.

    IMG 20191114 WA0001

  • Coppa del Mondo: la sciabola parte dal Cairo per arrivare a Tokyo 2020

    Aldo Montano esultaLa stagione di Coppa del Mondo di sciabola maschile inizia nel fino settimana a Il Cairo. Da venerdì 15 fino a domenica 17 novembre nella capitale egiziana è in programma la tappa d'esordio stagionale del circuito internazionale riservato agli sciabolatori.Sono 194 gli atleti che saranno impegnati in questa prima prova che segna l'avvio della stagione che culminerà con i Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

     

    Ed è sul Giappone che è orientata l'attenzione sia per chi punta alla qualificazione individuale e che, dunque, dovrà dare il massimo nel venerdì e nel sabato, sia per chi invece, come l'Italia, cerca la conquista del pass nella gara a squadre che consentirebbe di avere tre azzurri nella gara olimpica individuale.

     

    Ad affrontare la tappa egiziana saranno dodici sciabolatori azzurri: Aldo Montano, Luca Curatoli, Enrico Berrè, Gigi Samele, Dario Cavaliere, Francesco D'Armiento, Matteo Neri, Gabriele Foschini, Luigi Miracco, Giacomo Mignuzzi, Riccardo Nuccio e Giovanni Repetti.

     

    Per otto di loro la gara inizierà già questo venerdì con la fase a gironi ed il tabellone di qualificazione, mentre per Luca Curatoli, reduce dal bronzo individuale ai Mondiali di Budapest2019, per Gigi Samele, Enrico Berrè ed Aldo Montano, l'esordio stagionale è programmato per sabato perché sono inseriti come teste di serie nel tabellone principale. I quattro saranno poi protagonisti della gara a squadre che si svolgerà domenica.

     

    "Inizia la stagione più importante del quadriennio - è il commento alla vigilia del Commissario tecnico, Giovanni Sirovich -. E' il momento in cui la sciabola in mano inizia ad avere un peso maggiore ma è anche il momento in cui bisogna dare il massimo. Sono fiducioso perché ho seguito i ragazzi anche all'ultimo ritiro collegiale e soprattutto conosco il loro valore e la loro voglia di dimostrarlo. Sin da subito".

     

    A seguire gli azzurri a Il Cairo, oltre al CT Giovanni Sirovich, ci saranno anche i maestri Leonardo Caserta, Alessandro Di Agostino ed Andrea Terenzio, mentre il supporto medico è affidato al dottor Alessandro Pagliaccia ed al fisioterapista Andrea Giannattasio.

     

     

    PROGRAMMA GARE

    Venerdì 15 novembre

    Fase a gironi - ore 11.00 (10.00 Ita)

    Tabellone di qualificazione - ore 13.30 (12.30 Ita)

     

    Sabato 16 novembre

    Tabellone principale - ore 11.00 (10.00 Ita)

    Fase finale - ore 17.30 (16.30 Ita)

     

    Domenica 17 novembre

    Gara a squadre

    Tabellone principale - ore 10.00 (9.00 Ita)

    Fase finale - ore 18.00 (17.00 Ita)

  • Malagò e Don Ciotti firmano l’intesa CONI-Libera per promuovere etica dello sport e cultura della legalità

    CONILibera1ok1 crIl CONI e l’Associazione Libera - Associazioni, nomi e numeri contro le mafie - hanno sottoscritto oggi, presso il Foro Italico, un protocollo d’intesa per sviluppare percorsi di cooperazione finalizzati alla promozione dell’etica dello sport e della cultura della legalità. L’accordo è stato siglato dal Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Giovanni Malagò, e dal Presidente di Libera, don Luigi Ciotti.

     

    CONILibera2La partnership, di durata annuale, prevede una collaborazione sinergica all'insegna di progetti educativi condivisi e contempla la partecipazione di testimonial sportivi agli appuntamenti nazionali di Libera, tra cui il Raduno estivo dei giovani e la Giornata della memoria, il 21 marzo, in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, anche grazie a un lavoro formativo con i giovani delle scuole e delle università italiane.

     

    L’Associazione Libera è già attivamente impegnata, in ambito sportivo, in alcuni progetti come “Libera la Natura”, viaggio itinerante di sport e formazione che in questi anni ha visto più di 15 mila studenti delle scuole secondarie di primo grado di tutta Italia protagonisti di una staffetta simbolica con i beni confiscati alle mafie, “Diritti in rete”, mini campionato di calcio a 5 riservato a giovani impegnati in percorsi di riparazione, e “Libera il gol”, torneo di calcio a 5 che si disputa a Scampia, dedicato alla memoria di Antonio Landieri, vittima della camorra.

  • I Direttori Tecnici in visita agli impianti di gara. Mornati firma protocollo con Sendai per il softball

    20191113 110212È proseguita oggi a Tokyo la missione dei Direttori Tecnici azzurri in vista dei Giochi Olimpici 2020. La delegazione si è divisa in due gruppi, il primo ha visitato gli impianti della cosiddetta Heritage Zone (Tiro a volo, Tiro a segno, Pesi, Atletica, Judo, Karate, Pugilato e Pentathlon Moderno), il secondo quelli della Bay Zone (Volley, Beach Volley, Triathlon, Scherma, Lotta, Canottaggio e Ginnastica). Separatamente si sono recati sui singoli campi il Golf, il Tiro con l’Arco e il Softball (quest’ultimo sia a Fukushima sia a Yokohama).



    Il giudizio generale è ampiamente positivo pur considerando le difficoltà di alcune location esposte in maniera particolare alle condizioni atmosferiche che potrebbero incidere non poco nelle prestazioni delle nazionali, coma ad esempio il bacino di canottaggio e canoa che per la prima volta sarà di acqua di mare.



     
    IMG 20191113 WA0000 crNel pomeriggio i Direttori Tecnici hanno incontrato i rispettivi Venue Manager dei loro sport per affrontare nello specifico le tematiche riguardante gli impianti e gli allenamenti nelle sedi ufficiali previste dal Comitato Organizzatore.

     
    IMG 20191113 WA0017In serata il Segretario Generale del CONI, Carlo Mornati, ha firmato un protocollo d’intesa con la città di Sendai (che ospiterà la nazionale italiana di Softball per il training camp prima dei Giochi in un impianto coperto) rappresentata dal Direttore Generale dell’Ufficio Cultura e Turismo di Sendai, Gen Amano. Alla firma hanno assistito Anna Riccardi per la Preparazione Olimpica e Enrico Obletter, DT del Softball azzurro.

     
    Domani la delegazione si recherà a Tokorozawa per visitare le strutture della Waseda University dove gran parte delle atlete e degli atleti azzurri svolgeranno il campus preolimpico fino all’immediata vigilia dei Giochi di Tokyo.
| Data di pubblicazione:Wed, 20 Nov 2019 02:12:10 +0100
Torna alla lista di newsfeed

A.S.D. Melos Via M. Santucci, 126 Perugia, Umbria, Italia
Tel: 340-5535478 - 320-0110871
Email: asdmelos@libero.it; info@asdmelos.it
C.F.: 94124080543 REGISTRO NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI E SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE N.134720 affiliata a Organizzazione per l'Educazione allo Sport (OPES) numero/codice 883