CONI

News

  • Pattinaggio Figura, Cappellini e Lanotte quinti nel corto danza. Guignard-Fabbri 11°

    Pattinaggio Figura, Cappellini e Lanotte quinti nel corto danza. Guignard-Fabbri 11°

    Pattinaggio di Figura - Coppie Danza: Al termine del programma corto Anna Cappellini e Luca Lanotte occupano la quinta posizione, grazie al proprio personal best di 76.57 punti (40.00 elementi tecnici e 36.57 per le componenti del programma). L'altra coppia italiana - composta da Charlene Guignard e Marco Fabbri - è, invece, undicesima con 68.16 punti (34.19 elementi tecnici e 33.97 componenti programma). Domani alla Gangneung Ice Arena si disputerà il programma libero che assegna le medaglie. 

  • Staffetta del fondo 7a. Manfred Moelgg 13° nello Slalom Gigante, 14° Eisath

    Staffetta del fondo 7a. Manfred Moelgg 13° nello Slalom Gigante, 14° Eisath

    Sci Alpino - Slalom Gigante U: Nella prima manche, il migliore degli azzurri è stato Riccardo Tonetti 4° a 75 centesimi da Marcel Hirscher (1'09"02).  Manfred Moelgg, invece, era 15° (+1.76), Florian Eisath 17° (+2.19). Mentre era uscito Luca de Aliprandini. Nella seconda manche, poi, Tonetti in cerca della medaglia ha commesso un errore ed è uscito. L'oro è andato ad Hirscher, davanti al norvegese Kristoffersen e al francese Pinturault. Il migliore degli azzurri è Moelgg, 13° (a +3.00), poi Eisath, 14° (+3.14). 

     

    Sci di Fondo Staffetta 4x10 km U: La squadra maschile, composta da Maicol Rastelli, Francesco De Fabiani, Giandomenico Salvadori e Federico Pellegrino, ha chiuso al 7° posto in 1h35:40.1, Al primo posto si è classificata la Norvegia in 1h33:04.9 davanti a squadra OAR (1h33:14.3) e alla Francia (1h33.41.8).

     

    Pattinaggio VelocitàTeam Pursuit U: Riccardo Bugari, Andrea Giovannini e Nicola Tumolero hanno concluso la gara di qualificazione alle semifinali in 3:41.64. Il loro sesto tempo gli ha precluso l’accesso alla fase principale. Gli azzurri disputeranno la finale per 5°- 6° posto mercoledì 21 febbraio.

     

    Biathlon 15 km Mass Start: Dominik Windisch e Lukas Hofer si sono classificati rispettivamente al 17° e al 18° posto, ma con lo stesso tempo al traguardo 37:07.7 e lo stesso numero di errori (4) al tiro, tanto da rendere necessario fotofinish.

     

    Pattinaggio Velocità – 500 metri D: Nell’altra gara in programma sulla pista del Gangneung Oval Yvonne Daldossi ha fatto registrare 39.28 occupando così la 26ª posizione mentre Francesca Bettrone con 39.52 si è classificata al 29° posto. Ha vinto la gara più corta la giapponese Kodaira che ha fatto registrare il nuovo primato olimpico con 36.94.

     

    Curling: L'Italia è stata sconfitta per 7-6 dalla Gran Bretagna nella sesta partita del round robin- C'è voluto lo spareggio finale per battere gli azzurri che fino al 10° end erano riusciti a raggiungere la parità (6-6). l'ultima stone giovcata dai britannici nell'extra end ha decretato la sconfitta di Retornaz e compagni.

     

  • Short Track: Fontana 7a nei 1500. Vittozzi 4a, Wierer 6a nella Mass Start di Biathlon

    Short Track: Fontana 7a nei 1500. Vittozzi 4a, Wierer 6a nella Mass Start di Biathlon

    Sci Alpino - SuperG D: Johanna Schnarf ha chiuso al quinto posto il SuperG vinto a sorpresa dalla ceca Ester Ledecka: atleta affermata nello snowboard e iscritta ai Giochi anche nel PGS, di cui è al momento leader nella classifica di Coppa del Mondo. La ceca, partita 26esima, è giunta al traguardo in 1'21"11 davanti all'austriaca Anna Veith (1'21"12). Il risultato della Ledecka evita all'azzurra (foto Ferraro GMT) la seconda beffa olimpica dopo Vancouver 2010 dove sfiorò il bronzo per 11 centesimi (sul podio salì la statunitense Lindsey Vonn). A PyeongChang2018 Schnarf ha chiuso a 4 centesimi dalla svizzera Lara Gut, quarta a un centesimo dalla sciatrice del Liechtenstein,Tina Weirather. Questi i risultati delle altre azzurre: sesta Federica Brignone (1’21”65), undicesima Sofia Goggia (1’21”65) e dodicesima Nadia Fanchini (1’21”88).

     

    Pattinaggio - Individuale U: L'azzurro Matteo Rizzo ha concluso al 21° posto con 232.41, ottenendo nel programma libero di oggi 156.78 (80.86 elementi tecnici e 75.92 per le componenti del programma). 

     

    Curling U: Nella quinta partita del round robin, l'Italia del curling incappa nella terza sconfitta a PyeongChang2018. Gli azzurri - Daniele Ferrazza, Simone Gonin, Amos Mosaner e Joel Thierry Retornaz - hanno ceduto 6-5 al Giappone (2-0, 0-1, 0-2, 2-0, 0-0, 0-1, 0-1, 1-0). 

     

    Short Track 1500 metri D: Arianna Fontana supera il turno di qualificazione vincendo la prima batteria (2:28.494) ora possa alle semifinali.Anche Martina Valcepina (foto Mezzelani GMT)  passa in semifinale con il terzo posto in batteria (2:31.370).Martina non è riuscita a qualificarsi per la finale delle medaglie. Nella prima semifinale l'azzurra ha chiuso al quarto posto in 2:24.171 mentre nella finale B ha subito la penalizzazione concludendo all'ultimo posto la classifica delle dodici finaliste..Prosegue il cammino di Arianna che in semifinale con il secondo posto (2:34.489) conquista l'accesso alla finale A. Nell'ultima gara però la portabandiara azzurra non è riuscita a ripetere la grande prestazione dei 500 metri, Dopo aver preso la testa della gara ha ceduto il passo nell'ultimo giro concludendo al 7° posto (2:27.475). Ha vinto la coreana Choi (2:24.948).

    Short Track 1000 metri U: Yuri Confortola, impegnato nei quarti di finale, ha conquistato l'accesso ins semifinale. L'azzurro ha fatto registrare il tempo di  1:24.383 chiudendo secondo. Nel turno successivo Yuri è giunto terzo sul traguardo (1:26.626) ottenendo l'accesso alla finale B dove con il terzo posto (1:27.712)  termina la gara all'8° posto nella classifica generale.

     

    Sci di Fondo 4x5 km D: La staffetta azzurra, composta da Anna Comarella,Lucia Scardoni Elisa Brocard, Ilaria Debertolis, ha terminato il percorso dell'Alpensia Cross Country Skiing Centre al 9° posto con 54:22.0. La gara è stata vinta dalla Norvegia (51:24.3) davanti alla Svezia (51:26.3) e al quartetto OAR (52:07.6).

     

    Biathlon - 12,5 km Mass Start: E' mancato davvero poco a Dorothea Wierer e a Lisa Vittozzi per salire sul podio. Le due azzurre infatti all'ultima prova di tiro erano entrambe da medaglia. Un errore a testa ha pregiudicato il meritato successo. Lisa ha tagliato poi il traguardo al quarto posto (36:08.6 - 2 errori) mentre Dorothea subito dietro ha chiuso sesta (36:10.3 - 1 errore). La gara è stata vinta dalla slovacca Kuzmina (35:23.0) davanti alla bielorussa Domracheva (35:41.8) e alla norvegese Eckhoff (35:50.7).

     

    Salto Trampolino  LH: Alex Insam è stato l'unico azzurro a superare la qualificazione alla fase finale. Il suo salto di 127.5 metri è stato valutato 118.0 punti consentendogli di occupare il 22° posto. Fuori dei 30 sono risultati Sebastian Colloredo 40° (121,0 - 102.7 p.) e Davide Bresadola 47° (124.0 - 88.1 p.).
    Nella gara finale, vinta dal pluricampione polacco Stoch (136.5 - 285.7) Insam ha ottenuto il 23° posto (125.0 - 232.4).

  • Ancora vento, SuperG femminile posticipato di un'ora

    Ancora vento, SuperG femminile posticipato di un'ora

    Il vento torna a condizionare il programma dello sci alpino a PyeongChang2018. Il comitato organizzatore ha deciso di posticipare di un'ora (alle ore 12, quindi) l'inizio del SuperG femminile che era in programma alle 11 sulle nevi dello Jeongseon Alpine Centre. Per l'Italia saranno in gara Federica Brignone, Nadia Fanchini, Sofia Goggia, e Johanna Schnarf. 

  • Michela Moioli è d'oro! Sesta medaglia azzurra a PyeongChang

    Michela Moioli è d'oro! Sesta medaglia azzurra a PyeongChang

    Con la tavola ai piedi ha conquistato il mondo. E' l'estensione naturale del suo modo di essere speciale. Michela Moioli ha vinto la medaglia d'oro nella prova di Snowboard Cross disputata al Phoenix Park di PyeongChang. 

     

    L'azzurra non ha tradito le aspettative della vigilia e si è confermata regina della disciplina anche sulla pista olimpica, regalando all'Italia la sesta medaglia ai Giochi Invernali: la seconda d'oro dopo quella vinta da Arianna Fontana nei 500 metri di short track e la prima del metallo più prezioso per lo snowboard tricolore. Prestazione da incorniciare (come aveva fatto anche nelle eliminatorie) e padronanza da campionessa che le ha permesso di mettersi alle spalle la francese Julia Pereira de Sousa Mabileau e la ceca Eva Samkova. L'esplosione di gioia ha cancellato l'incubo di Sochi2014 caratterizzato da un grave infortunio. Oggi ha vinto l'appuntamento con il destino perché l'appuntamento con la gloria era solo rimandato.

     

    Una gara regale a suggellare una giornata indimenticabile. Avversarie senza scampo, lo Snowboard Cross si legge con il suo nome, da oggi inciso nell'oro.

  • Chiara Costazza 9ª nello Slalom, Curtoni 10ª. Paris 7° in SuperG

    Chiara Costazza 9ª nello Slalom, Curtoni 10ª. Paris 7° in SuperG

    Sci Alpino - Slalom D: Dopo la prima manche disputata allo Yongpyong Alpine Centre, la migliore delle azzurre è Chiara Costazza, settima, a 94 centesimi dalla svizzera Wendy Holdener (48"89). Più indietro le altre italiane in gara: Irene Curtoni è 14esima (+2.26), Manuela Moelgg 17esima (+2.51) . Fuori Marta Bassino.  Nella seconda manche, Costazza finisce al 9° posto (1'40"60), Curtoni 10ª (1'41"04), mentre Moelgg 23ª (1'42"75). 

     

    Curling U: Seconda sconfitta a PyeongChang2018 per l'Italia del curling. Gli azzurri - Daniele Ferrazza, Simone Gonin, Amos Mosaner e Joel Thierry Retornaz - hanno ceduto 6-4 alla Danimarca (2-0, 0-1, 2-0, 0-0, 0-1, 0-0, 0-0, 2-0, 0-1). Dopo quattro partite il bliancio dell'Italia è di due vittorie (Svizzera e Stati Uniti) e due sconfitte (Canada e Danimarca).   

     

    Skeleton U: Joseph Luke Cecchini chiude il suo cammino olimpico nella Heat 3, piazzandosi al 27° posto a 5"11 dal coreano Sungbin Yun. 

     

    Sci Alpino - SuperG U: Nella prova olimpica disputata sulle nevi dello Jeongseon Alpine Centre e vinta dall'austriaco Matthias Mayer (1'24"44), il migliore piazzamento italiano è quello ottenuto da Dominik Paris, settimo. Più staccati Christof Innerhofer, sedicesimo (in 1'25"90) e Matteo Marsaglia, ventesimo (1'26"11). Subito fuori gara Peter Fill

     

    Snowboard Cross D: Michela Moioli è d'oro! Al Phoenix Snow Park di PyeongChang l'azzurra, al termine di un percorso di qualificazioni in cui ha mostrato tutto il suo valore, domina la finale olimpica mettendosi alle spalle la francese Julia Pereira de Sousa Mabileau e la ceca Eva Samkova. Nella Small Final, invece, Raffella Brutto ha chiuso al secondo posto (ottavo posto in classifica generale). Non hanno preso il via alle competizioni le altre due azzurre Sofia Belingheri e Francesca Gallina

     

    Sci di fondo - 15 km TL U: Mirco Bertolina si è classificato 44°, Stefan Zelger 60°, Stefano Rigoni 72°. Ritirato Dietmar Noeckler

     

    Pattinaggio di Figura U: Al termine del programma corto, Matteo Rizzo occupa la 23ª posizione con il punteggio di 75.63 (39.23 di elementi tecnici e 36.40 di componenti del programma). Domani tornerà in gara per il programma libero.  

    Salto LH individuale - Qualificazioni U: Tre azzurri suo quattro in gara si sono qualificati per le finali di domani: Alex Insam 32esimo, Davide Bresadola 42esimo, Sebastian Colloredo 50esimo. Non supera il taglio Federico Cecon, 54esimo. 

  • Nicola Tumolero bronzo nei 10000 metri. Quinta medaglia azzurra ai Giochi

    Nicola Tumolero bronzo nei 10000 metri. Quinta medaglia azzurra ai Giochi

    La quinta medaglia azzurra ai Giochi arriva dal ghiaccio. É Nicola Tumolero a prendersi la vetrina, vincendo il bronzo nei 10000 metri del pattinaggio di velocità, disputati all'Oval di Gangneung. L'azzurro - esordiente ai Giochi e fresco campione d'Europa sui 5000 - ha chiuso con il tempo di 12'54"32, nuovo primato personale sulla distanza (p.p. 13'02"11), al termine di una gara emozionante, vinta dal canadese Bloemen con il record olimpico di 12'39"77 davanti all'olandese Bergsma (12'41"98). Davide Ghiotto ha concluso la gara al 12° posto in 13'27"09. "E' incredibile, una gioia inaspettata. I 5 km sono la mia distanza preferita, ero giù dopo la prima gara ma è la mia prima esperienza in questa grande manifestazione ed ero un po' impaurito. Ho gareggiato senza aspettative, cercando solo di dare il meglio. Realizzerò quanto fatto tra qualche giorno".

  • Federica Brignone vince il bronzo nel gigante, Bassino 5ª, Moelgg 8ª, Goggia 11ª

    Federica Brignone vince il bronzo nel gigante, Bassino 5ª, Moelgg 8ª, Goggia 11ª

    Serviva l'impresa per conquistare una medaglia nell gigante femminile. Non era facile dopo i rinvii del calendario e le difficoltà per il vento. Oggi Federica Brignone ha compiuto un grande risultato conquistando la medaglia di bronzo. Dopo una prima manche con le azzurre protagoniste tanto da risultare ai primi posti in classifica con Manuela Moelgg, prima, Federica Brignone (Mezzelani GMT), terza, Marta Bassino, quinta, il tracciato della seconda prova non è stato altrettanto favorevole.

    Se già Sofia Goggia, decima nella prima gara, non ha trovato il ritmo neanche nella seconda chiudendo all'undicesimo posto (2:21.80) né Marta né Manuela hanno saputo interpretare al meglio la prova decisiva terminando rispettivamente quinta (2:20.69) e ottava (2:21.20). Ha vinto la statunitense Shifrin (2:20.02) davanti alla norvegese Mowinckel (2:20.41) Federica Brignone completa il podio con 2:20.48.

  • Paris 4° in discesa, Wierer (biathlon) 7ª nella 15km Individuale. USA ko, grande Italia nel curling

    Paris 4° in discesa, Wierer (biathlon) 7ª nella 15km Individuale. USA ko, grande Italia nel curling

     

    Sci alpino - Slalom Gigante D: Al termine della prima manche Manuela Moelgg, con 1'10"62, è in testa al gigante olimpico in corso allo YongPyong Alpine Centre di PyeongChang, davanti all’americana Mikaela Shiffrin (+0.20) all'altra azzurra Federica Brignone (+0.29). Ma tra le prime cinque c’è anche Marta Bassino, quinta, giunta al traguardo con 57 centesimi di ritardo dalla compagna di squadra. Decimo tempo per Sofia Goggia (+1.02). Alle 13:45 locali è in programma la seconda manche che assegna le medaglie olimpiche. 

     

    Sci Alpino - Discesa U: Ancora un quarto posto per l'Italia. Dopo Slittino individuale e il pattinaggio di figura a squadre, la discesa maschile regala un' altra medaglia di legno agli azzurri. E' Dominik Paris ad essere scalzato dal podio ma ha poco da rimproverarsi. Al primo e secondo posto si classificano due norvegesi eccezionali Svindal (1:40.25) e Jansrud (1:40.37) mentre terzo è lo svizzero Feliz (1:40.43). Paris, che ha comunque disputato una gran bella discesa, ha fatto registrare 1:40.79. Peter Fill si è classificato al sesto posto (1:41.08) mentre più staccati troviamo al 17° posto Christof  Innerhofer (1:42.23) e al 22° Emanuele Buzzi (1:42.84).

     

    Pattinaggio di Figura - Coppie Artistico: Hanno tutti fatto il massimo migliorando i propri record personali. Valentina Marchei e Ondrej Hotarek, sesti nella classifica finale, hanno fatto registrare in totale 216.59  (p.p. 204.20) nuovo primato personale mentre nell'esercizio libero di oggi hanno ottenuto 142.09 anche questo punteggio migliore del 138.44 stabilito nel corso del Team Event di quattro giorni fa. Nicole Della Monica e Matteo Guarise, decimi in classifica finale, si sono migliorati nel totale con 202.74 (p.p. 197.59) e nel libero con 128.84 (p.p.128.08).

     

    Skeleton U: Josef Cecchini ha chiuso le prime due manches al 24° posto in 1:43.68. Domani terza e quarta discesa nel budello dell'Olympic Sliding Centre ad Alpensia.

    Snowboardcross (SBX) U: Non passano i quarti di finale gli azzurri impegnati nel Phoenix Snow Park. Emanuel Perathoner e Michele Godino sono stati eliminati proprio al terzo turno di gare mentre agli ottavi sono usciti Omar Visintin e Lorenzo Sommariva

     

    Sci di fondo - 10 km D: All'Alpensia Cross-Country Skiing Centre la migliore delle azzurre è Elisa Brochard, 28esima (27'34"8), poi Ilaria Debertolis 31esima  (27'41"2), Sara Pellegrini 38esima (28'01"5) e Lucia Scardoni 39esima (28'04"1).

     

    Curling U: Seconda vittoria consecutiva per l'Italia del curling che, dopo la Svizzera, ha sconfitto gli Stati Uniti 10-9 (1-0, 0-1, 5-0, 0-3, 0-2, 3-0, 0-0, 0-2, 0-1, 1-0). Gli azzurri - Daniele Ferrazza, Simone Gonin, Amos Mosaner e Joel Thierry Retornaz -, ha iniziato bene il match piazzando, nel terzo end, un parziale di 5-0. Poi gli statunitensi sono tornati in partita nel quarto e nel quinto end, pareggiando i conti nel nono end. A decidere il match è l'ultima stone tirata da Mosaner.  Dopo tre partite l'Italia ha collezionato due vittorie e una sconfitta, con i campioni olimpici del Canada. 

     

    Biathlon 15km Individuale D: Settimo posto per Dorothea Wierer nella gara vinta dalla svedese Hanna Oeberg (41'07"2, 0 errori). L'azzurra ha chiuso con due errori al poligono in 43'15"8. Più indietro le altre azzurre: 32esima Lisa Vittozzi (3) a +4'04"6, 33esima Alexia Runggaldier (2) a +4'07"8, 38esima Nicole Gontier (4) a +4'25"3.

     

    Biathlon 20 km Individuale U: Giuseppe Montello è stato il migliore degli azzurri chiudendo la gara al 40° posto con (52:019, 3 errori) seguito da  Dominik Windisch 50° (52:54.3, 5 errori),  56° posto per Thomas Bormolini (53:26.6 4 errori)  mentre 63° Lkas Hofer  (53;54.1 5 errori).

     

    Slittino Team Relay: Quinto posto per la squadra azzurra, composto da Andrea Voetter e Dominik Fischnaller nel singolo femminile e maschile e Ivan Nagler e Fabian Malleier nel doppio. L'Italia ha chiuso con il tempo di 2?25"093, nella gara vinta dalla Germania, davanti a Canada e ad Austria.

  • Svizzera battuta, l'Italia del curling trova il primo successo a PyeongChang

    Svizzera battuta, l'Italia del curling trova il primo successo a PyeongChang

    Curling U: Buon Italia nella partita di esordio a PyeongChang2018. Gli azzurri Daniele Ferrazza, Simone Gonin, Amos Mosaner e Joel Therry Retornaz hanno tenuto testa ai campioni olimpici del Canada per buona parte del match cedendo sul finale 5-3 (0-0, 0-0, 0-0, 0-1, 1-0, 1-0, 0-1, 2-0, 0-1, 1-0). Gli azzurri (foto Mezzelani GMT), in serata, nella seconda partita del round robin si sono subito riscattati superando la Svizzera per 7-4 (1-0, 1-0, 0-1, 1-0, 0-0,1-0, 0-1, 1-0, 0-2, 2-0). L'Italia che, nella sua storia aveva partecipato soltanto ai Giochi di Torino 2006, ottiene una rivincita contro gli elvetici 12 anni dopo la sconfitta per 10-2 che interuppe il cammino azzurro nell'Olimpiade piemontese. 

     

    Pattinaggio di Figura: Buone prestazioni delle coppie artistico italiane impegnate oggi alle Gangneung Ice Arena nel corto. Entrambe, infatti, hanno fatto registrare i propri personal best in questo programma con Valentina Marchei e Ondrej Hotarek che occupano la settima posizione in classifica con 74.50 punti (40.36 per gli elementi tecnici e 34.14 per le componenti del programma) e Nicole Della Monica e Matteo Guarise, noni, con 74.00 punti (40.41 per gli elementi tecnici e 33.59 per le componenti del programma). Domani è in programma il libero che assegna le medaglie. 

     

    Combinata Nordica U: All'Alpensia Ski Jumping di PyeongChang il miglior italiano, dopo la prova del trampolino NH, è stato Aaron Kostner, che occupa la 30esima posizione con 89.2 punti (salto di 93,5). Al 38° posto Alessandro Pittin con 77.4 punti (salto 89), due posizioni più indietro Raffaele Buzzi 74.6 (88) mentre Lukas Runggaldier 73.6 (85) è 41°. Nel pomeriggio gli atleti si spostano all'Alpensia Cross-Country Skiing Centre per la 10 km individuale di sci di fondo che decreterà le medaglie olimpiche.  Pittin al termine della prova di sci di fondo, poi, è risalito al 19° posto coprendo la distanza di 10 km in 27'21"9. Anche Runggaldier ha guadagnato posizioni nella seconda prova chiudendo al 32° posto (27'51".2). Non si è migliorato invece Aaron Kostner 37° (28'30"4) così come Raffaele Buzzi 40° (29'13"1).    

     

    Pattinaggio di velocità 1000 D: All'Oval di Gangneung Francesca Bettrone e Yvonne Daldossi hanno chiuso la propria prova rispettivamente al 27° e al 30° posto. 

     

    Slittino Doppio: Nella finale disputata all'Olympic Sliding Centre di PyeongChang, i giovanissimi Ivan Nagler e Fabian Malleier chiudono con un ottimo 7° posto in prospettiva (in 1'32"563) a +0.866 dai tedeschi Tobias Wendl e Tobias Arlt, vincitori della medaglia d'oro. Quindicesimo posto, invece, per Ludwig Rieder e Patrick Rastner (+1.579) 

| Data di pubblicazione:Mon, 19 Feb 2018 06:46:07 +0100
Torna alla lista di newsfeed

A.S.D. Melos Via M. Santucci, 126 Perugia, Umbria, Italia
Tel: 340-5535478 - 320-0110871
Email: asdmelos@libero.it; info@asdmelos.it
C.F.: 94124080543 REGISTRO NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI E SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE N.134720 affiliata a Organizzazione per l'Educazione allo Sport (OPES) numero/codice 883