CONI

News

  • Il messaggio da brividi dei campioni dell'Italia Team a chi ogni giorno lotta per salvare le nostre vite

    italiateam4Gli applausi e i flash sono sempre tutti per loro. Per i campioni che fanno grande il nostro movimento e scalano il mondo con la forza di successi unici e indimenticabili, rappresentando il volto vincente del Paese. La bellezza di un esempio speciale, la forza e l'orgoglio di un senso di appartenenza che sa unire oltre ogni distanza e diversità, tenendoci uniti anche nelle difficoltà, dandoci la forza di superare ogni ostacolo. Per questo stavolta hanno deciso di scendere in campo per dire grazie a chi è in prima linea negli ospedali, a chi tutti i giorni è impegnato per aiutare chi soffre, a chi non lesina energie e impegno per salvare le nostre vite. Un grazie speciale destinato ai medici, agli infermieri, alla protezione civile, ai volontari e a tutti coloro che si adoperano in questo momento difficile per salvare le vite. Un messaggio universale, da brividi, da parte dei campioni dell'Italia Team, la forza del CONI e dello sport italiano, per vincere, tutti insieme, la partita più difficile. 

     

    L’ITALIA CON VOI

    "Oggi non siamo noi i tenaci"

    “Non siamo noi quelli che sconfiggono la paura”

    "Non siamo noi gli instancabili"

    "Non siamo noi ad andare oltre il limite”

    "Non siamo noi quelli che lottano"

    "Non siamo noi a regalare speranza"

    "Non siamo noi gli eroi…"

    "Oggi gli eroi siete voi”

    “Voi in rianimazione"

    "Voi in laboratorio"

    "Voi dentro le ambulanze"

    "Voi che combattete in prima linea"

    "Voi che dispensate cure e sorrisi"

    "Voi che siete la nostra speranza"

    "Con tutto il cuore

    Noi dell’Italia Team vi diciamo: "GRAZIE"

     

     

     

    LO SPORT OLIMPICO ITALIANO UNITO AL FIANCO DEL PERSONALE MEDICO E PARAMEDICO ITALIANO

     

    Grazie a: Federica Brignone, Frank Chamizo, Elisa Di Francisca, Paola Egonu,  Michela Moioli, Gregorio Paltrinieri, Federica Pellegrini, Simona Quadarella, Dorothea Wierer, Ivan Zaytsev e a tutti gli atleti Olimpici Italiani che partecipano idealmente al messaggio.

     

     
     
     
     
     
  • Frank Chamizo in testa al ranking mondiale dei 74 kg: vuole arrivare ai Giochi di Tokyo da numero 1

    chamizomalagoDall'alto in basso: il mondo, lui, ama vederlo così. Frank Chamizo è in testa al ranking dei 74 kg della lotta libera in vista dei Giochi di Tokyo. L'azzurro, grazie alla vittoria degli Europei disputati a febbraio a Ostia, ha superato il russo Sidakov guadagnando la vetta della classifica di categoria con 62 punti contro i 60 dell'antagonista, posizione fondamentale in vista dei sorteggi del torneo olimpico. Al terzo posto, con 57 punti, il kazako Daniyar Kaisanov, con 14 lunghezze di vantaggio sullo statunitense Jordan Burroughs. Chamizo, che ha appena messo in cassaforte il suo quarto trofeo continentale, vuole conservare la leadership nel ranking: negli ultimi 25 anni Russia e Stati Uniti si sono alternate al vertice dei 74 kg, vincendo 22 titoli mondiali e olimpici su 25 ma lui è pronto a scrivere un'altra pagina di storia, presentandosi a Tokyo da numero uno per scalare la vetta partendo da una posizione di forza. L'ultimo appuntamento con le Ranking Series è - al momento -  fissato dal 3 al 7 giugno a Varsavia, dove si disputerà l'Open di Polonia, in attesa delle determinazioni legate al calendario dei prossimi eventi da parte della Federazione Internazionale, dopo il rinvio dei Giochi Olimpici. 

     

    Top-Ten 74kg 
    1. Frank CHAMIZO MARQUEZ (ITA) - 62 
    2. Zaurbek SIDAKOV (RUS) - 60 
    3. Daniyar KAISANOV (KAZ) - 57 
    4. Jordan BURROUGHS (USA) - 43 
    5. Murad KURAMAGOMEDOV (HUN) - 32 
    6. Soner DEMIRTAS (TUR) - 32 
    7. Franklin GOMEZ MATOS (PUR) - 26 
    8. Mao OKUI (JPN) - 20 
    9. Ogbonna JOHN (NGR) - 20 
    10. Magomedrasul GAZIMAGOMEDOV (RUS) -20

     

     

  • I Giochi Olimpici Estivi di Tokyo riprogrammati dal 23 luglio all'8 agosto 2021

    logo tokyoI Giochi Olimpici di Tokyo 2020 si disputeranno dal 23 luglio all'8 agosto 2021. Questa la decisione assunta oggi dal CIO, dal Comitato Organizzatore, dal Governo Metropolintano e dal Governo Giapponese. Contestualmente, con il Comitato Paralimpico Internazionale è stato stabilito che i Giochi Paralimpici si svolgeranno dal 24 agosto al 5 settembre. 

     

    L'ufficialità è arrivata dopo una conferenza telefonica, alla quale hanno partecipato il Presidente del CIO Thomas Bach, il Presidente di Tokyo 2020 Mori Yoshirō, il Governatore di Tokyo, Koike Yuriko e il Ministro olimpico e paralimpico Hashimoto Seiko.

     

    Le nuove date sono state definite sulla base di tre considerazioni principali e in linea con i principi stabiliti dal Comitato esecutivo del CIO il 17 marzo 2020  - confermati nella riunione di oggi - con il supporto dei Comitati Olimpici Nazionali e delle Federazioni Sportive Internazionali Estive.

     1. Proteggere la salute degli atleti e di tutti i soggetti coinvolti e supportare il contenimento del virus COVID-19.

    2. Tutelare gli interessi degli atleti e dello sport olimpico.

    3. Il calendario sportivo internazionale globale.

     

    La decisione offre alle autorità sanitarie e a tutte le parti coinvolte nell'organizzazione dei Giochi il tempo necessario per affrontare uno scenario in costante cambiamento e gestire l'interruzione causata dalla pandemia di COVID-19. Le nuove date, che cadono esattamente un anno dopo quelle inizialmente previste per il 2020 (Giochi olimpici: dal 24 luglio al 9 agosto 2020 e Giochi paralimpici: dal 25 agosto al 6 settembre 2020) garantiranno tempo sufficiente, tra l'altro, per completare gli eventi di qualificazione olimpica.

     

    Confermati altresì i pass ottenuti dagli atleti a livello individuale e le carte olimpiche già attribuite ai vari Paesi, per effetto dei risultati delle gare che davano accesso alla manifestazione a cinque cerchi. 

     

    Soddisfatto il Presidente del CIO, Thomas Bach."Voglio ringraziare le Federazioni Internazionali per il loro supporto unanime e i Comitati Olimpici Nazionali per l'ottima collaborazione e il loro sostegno nel processo di consultazione degli ultimi giorni. Vorrei anche ringraziare la Commissione Atleti del CIO, con la quale siamo stati in costante contatto. Con questo annuncio, sono fiducioso che, collaborando con il Comitato Organizzatore di Tokyo 2020, il governo metropolitano di Tokyo, il governo giapponese e tutti i nostri stakeholder, possiamo affrontare questa sfida senza precedenti. L'umanità si trova attualmente in un tunnel buio. I Giochi Olimpici di Tokyo 2020 possono essere una luce alla fine di questo tunnel".

     

    Sulla stessa lunghezza d'onda il Presidente del Comitato Organizzatore di Tokyo 2020, Yoshiro Mori. "Ho proposto di ospitare i Giochi tra luglio e agosto 2021 e apprezzo molto il fatto che il presidente Bach, dopo aver discusso questa possibilità con i vari stakeholder abbia gentilmente accettato la mia proposta. È necessario un certo periodo di tempo per la selezione e la qualificazione degli atleti, per il loro allenamento e la loro preparazione: in termini di trasporto, organizzazione di volontari e fornitura di biglietti, oltre alla situazione COVID-19, riteniamo che la cosa migliore sia stata riprogrammare i Giochi esattamente nelle stesse date previste inizialmente per il 2020".

     

     

  • Concorsi Letterari e Racconto Sportivo, la Giunta proroga al 30 giugno i termini per la scadenza dei bandi

    FORO5 crLa 1100ª Giunta Nazionale del CONI, riunita in seduta straordinaria in audio-video conferenza, ha deciso di prorogare i termini per la scadenza dei Concorsi Letterari e del Racconto Sportivo al 30 giugno 2020, in ottemperanza alle disposizioni governative,

    La nuova deadline si riferisce ai bandi del LIV Concorso Letterario e del XLIX Racconto Sportivo. Il Concorso più antico, che ha contribuito negli anni alla produzione letteraria di contenuto sportivo e dato nuovo impulso agli studi specializzati in materia di sport, offre la possibilità agli autori italiani di partecipare, con le opere editate nel 2019 nelle tre sezioni: 1) Narrativa - libri di poesie, romanzi o raccolte di racconti di pura creazione con argomento sportivo; 2) Saggistica - monografie, studi storico-letterari, biografie e simili, sempre di argomento sportivo; 3) Tecnica - studi specializzati in materia di sport.

     

    Il Racconto sportivo si propone di promuovere e divulgare un genere narrativo sempre più diffuso. Chi ha pubblicato un testo nel 2019 e chi ha invece realizzato un'opera inedita, potrà inoltrare il proprio racconto seguendo le indicazioni del bando. Confermata la presenza del premio "Under 18", riconosciuto all'autore del miglior racconto sportivo scritto da un giovane nato dopo il 1° gennaio 2002.

  • Comunicato della Giunta Nazionale

    FORO19Si è tenuta questa mattina al Foro Italico la 1100ª riunione della Giunta Nazionale CONI che ha aperto i lavori approvando il verbale della precedente riunione del 25 febbraio. La riunione si è svolto in video-audio conferenza per la prima volta nella storia a causa delle disposizioni governative legate all’emergenza per il coronavirus. Il Presidente ha esordito aggiornando la Giunta sugli ultimi sviluppi legati al rinvio dei Giochi Olimpici deciso dal CIO al 2021 e sul rinvio dei Giochi del Mediterraneo del 2021 posticipati al 2022 nella città di Orano in Algeria. E’ stata rinviata l’Assemblea elettiva della Federazione Italiana Bowling ed è stata autorizzata la Federtennis a non svolgere l’assemblea per eleggere il nuovo Revisore dei Conti dopo la scomparsa del Presidente del Collegio.

     

    Alla Giunta è intervenuto il Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora, che ha aggiornato la Giunta sui recenti provvedimenti governativi legati al mondo dello sport e ha invitato tutte le componenti del movimento sportivo nazionale a procedere con un’unità di intenti e in un’unica direzione verso una ripresa delle attività quando sarà possibile farlo. Subito dopo è intervenuto per la prima volta il Presidente di Sport e Salute Vito Cozzoli che ha illustrato alla Giunta le iniziative intraprese negli ultimi giorni dalla Società, pur nel clima di straordinarietà ed emergenza che tutti gli organismi sportivi stanno vivendo. Dopo un’ampia discussione in cui sono intervenuti tutti i membri di Giunta, il Ministro ha ribadito le esigenze di unità e non di frammentazione di istanze e progetti che riguardano il mondo dello sport nella sua globalità. Il Ministro ha chiarito che gli allenamenti e le attività riprenderanno quando tutto questo sarà possibile in base alle decisioni governative legate all’emergenza che l’intero Paese sta vivendo in questo periodo di cui al momento non si conosce la data di conclusione. Dopo aver esaminato una lunga serie di altri temi di carattere organizzativo e amministrativo e aver assunto le relative delibere, la Giunta ha concluso i propri lavori alle ore 14.10.

  • Dichiarazione del Presidente Malagò sul rinvio dei Giochi di Tokyo 2020

    MalagoIl Presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni dopo che il CIO, d’intesa con il Comitato Organizzatore di Tokyo e le massime autorità del Giappone, ha ufficializzato il rinvio dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo al 2021.

     

    “Si tratta di una decisione eccellente e presa a tempo record tenendo presente gli interessi che ci
    sono in ballo. Non si era mai verificato uno spostamento dei Giochi Olimpici se non in occasione di eventi bellici. Il fatto che si possano disputare entro l’estate del 2021 vuol dire che esiste la volontà di considerare ogni opzione temporale possibile, anche l’eventualità che si disputino in primavera. Ci sono molte Federazioni Internazionali che hanno già dato disponibilità a riprogrammare le loro manifestazioni nel 2021, considerando la preminenza dei Giochi Olimpici. Il mio pensiero va agli atleti, a chi si è espresso sul futuro e a chi sta valutando cosa fare. Credo che i nostri campioni – soprattutto quelli più esperti – possano offrire un altro esempio di passione e di determinazione, diventando nel 2021 il simbolo dei Giochi di Tokyo”.

  • I Giochi Olimpici Estivi di Tokyo rinviati al 2021

    logo tokyoIl Presidente del Comitato Olimpico Internazionale (CIO), Thomas Bach, e il Primo Ministro del Giappone, Abe Shinzo, hanno tenuto una teleconferenza stamattina per discutere dell'ambiente in costante cambiamento in relazione a COVID-19 e ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

     

    A loro si sono uniti Mori Yoshiro, Presidente del Comitato Organizzatore di Tokyo 2020; il ministro olimpico, Hashimoto Seiko; il governatore di Tokyo, Koike Yuriko; il Presidente della commissione di coordinamento IOC, John Coates; Direttore generale del CIO Christophe De Kepper; e il direttore esecutivo dei Giochi Olimpici del CIO, Christophe Dubi.

     

    Il Presidente Bach e il Primo Ministro Abe hanno espresso la loro comune preoccupazione per la pandemia mondiale COVID-19 e per le conseguenze che sta comportando a livello mondiale, nonché per i conseguenti effettii legati alla preparazione degli atleti globali per i Giochi.

     

    In una riunione molto amichevole e costruttiva, i due leader hanno elogiato il lavoro del Comitato Organizzatore di Tokyo 2020 e hanno preso atto dei grandi progressi compiuti in Giappone per combattere il COVID-19. La diffusione senza precedenti e imprevedibile dell'epidemia ha visto il deteriorarsi della situazione nel resto del mondo. Ieri, il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha dichiarato che la pandemia di COVID-19 sta "accelerando".

     

    Attualmente ci sono oltre 375.000 casi registrati in tutto il mondo e in quasi tutti i paesi e il loro numero sta crescendo di ora in ora.

     

    Nelle circostanze attuali e sulla base delle informazioni fornite oggi dall'OMS, il Presidente del CIO e il Primo Ministro del Giappone hanno concluso che i Giochi della XXXII Olimpiade di Tokyo devono essere riprogrammati a una data successiva al 2020, ma non oltre l'estate 2021, per salvaguardare la salute degli atleti, di tutti i partecipanti ai Giochi Olimpici e della comunità internazionale.I leader concordarono sul fatto che i Giochi olimpici di Tokyo potessero rappresentare un faro di speranza per il mondo durante questi tempi difficili e che la fiamma olimpica potesse diventare la luce alla fine del tunnel in cui il mondo si trova attualmente. Pertanto, è stato concordato che la fiamma olimpica rimarrà in Giappone. È stato inoltre concordato che i Giochi manterranno il nome di Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020.

  • Le Cerimonie delle Olimpiadi degli ultimi 30 anni emozionano su Olympic Channel

    rio2016 cerimoniaOlympic Channel amplia la sua offerta di emozioni olimpiche con un canale dedicato alle cerimonie di apertura e di chiusura delle ultime edizioni olimpiche.

     

    Per gli appassionati di sport olimpici di tutto il mondo il canale multimediale del CIO farà rivivere i Giochi Olimpici attraverso i momenti iconici delle cerimonie di apertura e chiusura del passato. Gli atleti che sfilano dietro le loro bandiere, le fiamme olimpiche accese e i programmi artistici saranno fruibili su questo spazio dedicato. Il nuovo canale di streaming h24 è stato lanciato oggi sulla piattaforma multimediale globale di olympicchannel.com e tramite le app per dispositivi mobili, Amazon Fire TV, Android TV, Apple TV e la piattaforma Roku.

     

    Chi può dimenticare l'arciere paralimpico Antonio Rebello che illuminava il calderone di Barcellona del 1992 con il colpo di una freccia, l'entrata con il paracadute della Regina ai Giochi di Londra 2012 insieme all'agente 007 o i due tedofori della Corea del Nord e del Sud che portano la torcia insieme a PyeongChang 2018? Dalla sbalorditiva Cerimonia di apertura di Pechino del 2008, con centinai di tamburi a scandire il conto alla rovescia in sorprendente unisono, alla dimostrazione di forza di Muhammad Ali che nonostante il Parkinson accese il calderone olimpico ad Atlanta 1996, le Cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi hanno offerto uno spettacolo unico in tutto il mondo segnando momenti indelebili nella storia dello sport.

     

    Olympic Ceremonies Channel presenta attualmente le Cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi estivi e invernali degli ultimi 30 anni, tra cui:

     

    Giochi Olimpici Invernali PyeongChang 2018

    Giochi Olimpici e Paralimpici Rio 2016

    Giochi Olimpici Invernali Sochi 2014

    Gioco Olimpico Londra 2012

    Giochi Olimpici invernali Vancouver 2010

    Giochi Olimpici Pechino 2008

    Giochi Olimpici Invernali Torino 2006

    Giochi Olimpici Atene 2004

    Giochi Olimpici Invernali Salt Lake City 2002

    Giochi Olimpici Sydney 2000

    Giochi Olimpici invernali Nagano 1998

    Giochi Olimpici Atlanta 1996

    Giochi Olimpici invernali Lillehammer 1994

    Giochi Olimpici Barcellona 1992

    Giochi Olimpici invernali Albertville 1992

    Giochi Olimpici Seoul 1988

    Giochi Olimpici invernali Calgary 1988

     

    Oltre alle Cerimonie Olimpiche potranno essere visitate, in un viaggio giocoso attraverso le infografiche, le pagine della storia dei Giochi olimpici estivi e invernali che descrivono in dettaglio fatti e cifre su paesi, partecipazione, mascotte e medaglie.

  • Giunta Straordinaria il 26 marzo con il Ministro Spadafora e il Presidente di Sport e Salute Cozzoli

    FORO1Il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha convocato una riunione Straordinaria della Giunta Nazionale per giovedì 26 marzo, alle ore 12.00.
    Sarà la 1100ª riunione dell’organo direttivo e si svolgerà in video-audio conferenza.


    Parteciperà ai lavori anche il Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora. Alla riunione della Giunta è stato invitato a partecipare anche il Presidente di Sport e Salute, Vito Cozzoli, che ha confermato la sua presenza.

     

    Questo l’Ordine del Giorno:

    • Verbale Riunione 25 febbraio 2020
    • Comunicazioni del Presidente
    • Comunicazioni del Ministro delle Politiche Giovanili e lo Sport
    • Attività Olimpica e Alto Livello
    • Attività Federazioni Sportive Nazionali – Discipline Sportive Associate – Enti di Promozione Sportiva – Attività Antidoping
    • Affari Amministrativi
    • Varie e proposte dei Membri della Giunta Nazionale

     

     

    Nota per le Redazioni

    La conferenza stampa post Giunta sarà effettuata in video conferenza su piattaforma Teams Microsoft. I giornalisti (al massimo uno per testata) che intendono accreditarsi devono inviare una mail (alla quale riceveranno successivamente apposito invito) a comunicazione@coni.it entro e non oltre le ore 18 di mercoledì 25 marzo 2020.

     

    Sarà possibile partecipare solo dopo aver ricevuto invito tramite posta elettronica, aderendo all’invito e accettando di partecipare.

    E' preferibile, ma non necessario obbligatoriamente, scaricare il programma Microsoft Teams

    https://teams.microsoft.com/downloads

  • Addio Gianni Mura, campione del giornalismo che raccontava lo sport e i fuoriclasse. Il ricordo di Malagò

| Data di pubblicazione:Sat, 04 Apr 2020 20:00:07 +0200
Torna alla lista di newsfeed

A.S.D. Melos Via M. Santucci, 126 Perugia, Umbria, Italia
Tel: 340-5535478 - 320-0110871
Email: asdmelos@libero.it; info@asdmelos.it
C.F.: 94124080543 REGISTRO NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI E SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE N.134720 affiliata a Organizzazione per l'Educazione allo Sport (OPES) numero/codice 883